Non solo recuperi: ecco la rivoluzione di Malagò per la prossima serie A

Si partirà il 19 agosto, si concluderà il 26 maggio. Mercato chiuso prima dell'inizio del campionato. Gaetano Micciché sarà il nuovo Presidente della Lega

Il commissario della Lega di Serie A, Giovanni Malagò (Ansa)
Il commissario della Lega di Serie A, Giovanni Malagò (Ansa)
TiscaliNews

Un lungo applauso in memoria di Davide Astori, le date dei recuperi delle sette partite in programma il 4 marzo e poi una vera e propria rivoluzione per il campionato di serie A 2018-19. Tante novità nella riunione fra il commissario della Lega Serie A e i venti club.

I recuperi delle gare non giocate il 4 marzo

La sfida fra l'Udinese e la Fiorentina verrà recuperata fra martedì 3 e mercoledì 4 aprile, di pomeriggio, come Genoa-Cagliari, Benevento-Verona, Chievo-Sassuolo, Torino-Crotone, e Atalanta-Sampdoria, con i bergamaschi che da calendario saranno impegnati venerdì 6 contro la Spal. Resta in sospeso la data del recupero del derby fra Milan e Inter, per cui si aspetterà l'esito dell'ottavo di finale di Europa League dei rossoneri con l'Arsenal. "Si potrebbero aprire scenari che riguardano la finale di Coppa Italia del 9 maggio, a seconda anche del risultato Juve in Champions", ha anticipato Malagò. Se Milan e Juventus dovessero arrivare in fondo ad Europa League e Champions, il derby potrebbe slittare al 23 maggio.

La Serie A 2018-19

Ma ha preso forma anche la prossima Serie A. Si partirà il fine settimana del 19 agosto, si concluderà il 26 maggio, con due turni infrasettimanali (26 settembre e 3 aprile) e quattro soste per le nazionali (9 settembre, 14 ottobre, 18 novembre e 24 marzo). Nel periodo natalizio si giocherà il 22, 26 (novità il Boxing Day) e 29 dicembre, con una sosta invernale fino al 20 gennaio. Il 13 gennaio si giocheranno gli ottavi di coppa Italia, che cambierà format: nelle sfide secche fra club di A il sorteggio deciderà chi gioca in casa.

Mercato chiuso prima dell'inizio del campionato

Ma la grande rivoluzione voluta dal commissario Giovanni Malagò riguarda il mercato. Il prossimo campionato inizierà a mercato chiuso. nella seconda riunione informale con il n.1 del Coni i club hanno deciso di mettere fine al fenomeno per cui nelle prime giornate le squadre cambiavano in corsa. La sessione estiva si concluderà il 18 agosto, 24 ore prima dell'inizio del campionato, e quello invernale il 19 gennaio, alla vigilia della ripresa dopo la pausa. La modifica entrerà in vigore a prescindere da quanto succede nei tornei esteri. "E' un segnale culturale", ha spiegato Malagò.

Domenica 12 agosto si giocherà la Supercoppa italiana

La prossima Supercoppa italiana si giocherà domenica 12 agosto. Lo ha annunciato il commissario della Lega Serie A, Giovanni Malagò, spiegando che "al momento c'è l'ipotesi della sede di Roma, ma sarà indispensabile sentire la disponibilità delle due società coinvolte, perché potrebbe essere una buona idea - ha aggiunto - coinvolgere una città d'arte, una città di mare, per coinvolgere il pubblico pochi giorni prima di Ferragosto"

Gaetano Micciché sarà il nuovo Presidente della Lega

Dal 19 marzo poi la Serie A avrà un presidente, Gaetano Miccichè, dopo un anno senza vertici. Il commissariamento di Giovanni Malagò ha portato un'accelerazione e, una settimana dopo aver lanciato la candidatura di Miccichè (presidente di Banca Imi, del gruppo Intesa Sanpaolo) ha ottenuto la conferma del "consenso unanime" da parte dei 20 club "messo a verbale". Come si fa notare in Lega, eventuali conflitti di interesse del banchiere palermitano classe '50, membro del Consiglio di Rcs, fratello del politico di Forza Italia Gianfranco, e dell'ex vicepresidente del Palermo Guglielmo, verranno gestiti e regolati con trasparenza. Verrà eletto nell'assemblea del 19 marzo (con all'ordine del giorno anche l'introduzione della maggioranza semplice a partire dalla terza votazione) ma si insedierà quando verrà completata la governance, con l'ad, i 4 consiglieri di Lega, quello indipendente e i due federali. Fino ad allora Malagò, coi vice commissari Nicoletti e Corradi, resteranno in carica.