Bessa-Pazzini, l'Hellas prende il Cittadella

Bessa-Pazzini, l'Hellas prende il Cittadella
©Getty Images
di Sportal.it

Pasquetta porta bene all'Hellas Verona che ritorna alla vittoria al Bentegodi davanti a 13 440 spettatori di cui 200 tifosi ospiti, battendo per 2 a 0 la diretta concorrente Cittadella, agganciando al secondo posto il Frosinone a 62 punti. Bessa nel primo tempo, Pazzini nel secondo hanno firmato il successo contro una compagine, quella di Venturato ferma a 54 punti, autrice di un ottimo primo tempo mentre nel secondo l’Hellas ha giocato meglio.



Primo tempo. Verona subito in avanti, stacco di Caracciolo facile preda dell’estremo Alfonso. Il Cittadella, però, non sta a guardare, complice anche un’incerta retroguardia gialloblù: Chiaretti cade in area scaligera su un energico intervento di Caracciolo, l’arbitro lascia correre nonostante le proteste ospiti. La formazione di Venturato è più in palla, l’Hellas invece prigioniera delle sue paure. A tal punto che fin dall’inizio il pubblico di fede gialloblù rumoreggia. Ci pensa Bessa a mettere le cose a posto al quarto d’ora: prodezza balistica che s’infila alla destra di Alfonso per l’1 a 0 dell’Hellas. Cittadella subito reattivo: Benedetti trova il fondo e centra, Nicolas lascia sfilare. 23’: Valzania irresistibile sulla destra tranne che nella conclusione, facile preda dell’estremo brasiliano. Il Cittadella mantiene il comando delle operazioni, il Verona attende il varco giusto. 26’: Litteri si gira bene in area e centra basso, la palla attraversa tutta l’area, riprende dalla parte opposta Valzania, nuovo centro, stavolta preda di un attento Nicolas. I ragazzi di Venturato assediano l’area gialloblù, quelli di Pecchia soffrono senza ripartire. Benedetti ci prova dalla distanza, il solito Nicolas para a terra. Solo al 30’ il Verona conquista un angolo, Alfonso si salva nuovamente in angolo. Ribatte Romulo, nulla di fatto. Cittadella sempre avanti, in chiusura di tempo Romulo alla battuta di un nuovo angolo, nulla di fatto. Quindi, nel recupero, Fares impegna Alfonso in una difficile deviazione.



Secondo tempo. Inizio di ripresa, stesse formazioni in campo. Cittadella ci riprova ma è il Verona a rendersi pericoloso più volte in avvio. Luppi, palla a sfilare in mezzo all’area, Pazzini che non c’arriva. 8’: Scaglia dal limite, palla a lato. Romulo dal lato corto dell’area, Alfonso in presa sicura. L’estremo del Cittadella al 10’ è miracoloso nel respingere il rasoterra sottomisura di Bruno Zuculini. 12’: primo cambio nel Verona, dentro Ferrari per Fares. 18’: Bartolomei per Pasa, quindi fuori Chiaretti per l’ex Iunco sempre nelle fila ospiti. Souprayen in assolo nell’area del Cittadella, conclusione murata. Iunco ci prova subito da fuori area, palla sul fondo. Iunco ispira, i compagni sono troppo leziosi. La spinta ospite riprende a metà tempo, il Cittadella tiene in apprensione la porta di Nicolas. Doppio cambio al 29’: dentro Vido per Strizzolo nella formazione ospite, Troianiello prende il posto di Luppi nel Verona. 37’: il solito Bessa, il migliore dei gialloblù, dal limite costringe Alfonso ad un difficile intervento, Pazzini raccoglie la corta respinta realizzando il 2 a 0 ed il suo 22esimo sigillo stagionale. 38’: gran conclusione di Bessa da fuori, la palla colpisce la parte alta della traversa, uscendo sul fondo. 39’: nel Verona Valoti sostituisce Bessa, applauditissimo. Cittadella non demorde, conquista un altro angolo al 41’: Pelegatti raccoglie la lunga gittata ma, sottomisura, calcia alle stelle. Sette minuti di recupero per una lunga interruzione a metà tempo, il Cittadella le prova tutte ma Nicolas e compagni non si fanno sorprendere. Triplice fischio: Verona-Cittadella 2-0.