Il Frosinone cade a Novara, terzetto in testa

Il Frosinone cade a Novara, terzetto in testa
©Getty Images
di Sportal.it

È sempre più una Serie B senza padroni quella che ha completato l’ottava giornata nella vetrina domenicale lasciata dalla sosta della Serie A.



Dopo aver fallito la prima occasione di portarsi da solo in vetta alla classifica nel posticipo della settima giornata contro la Cremonese, nella prima gara nel nuovo stadio “Benito Stirpe”, il Frosinone ufficializza infatti il proprio stato di crisi cadendo per 2-1 a Novara e sciupando nuovamente l’opportunità di staccarsi in testa a +3 sulla concorrenza.



Ora invece la classifica è sempre più corta, con le 22 squadre raccolte in 7 punti, i 14 del trio Frosinone, Perugia ed Empoli e i 7 di Cesena, Foggia e Ternana.



Prima della gara del “Piola” a 7 punti c’era pure il Novara, che ha però vinto con merito il posticipo vivacizzatosi nel secondo tempo dopo una prima frazione nella quale il Frosinone si era limitato a fare possesso palla, lasciando le migliori occasioni ai piemontesi, con Macheda e Mantovani, stoppati da Bardi.



La svolta in avvio di ripresa: l’infortunato Gianluca Sansone lascia spazio al marocchino Moutir Chajia, che la sblocca al 6’ con un destro in corsa in area dopo un’incomprensione tra Terranova e Bardi e un retropassaggio sbagliato di testa da Krajnc.



Il Frosinone non reagisce e incassa il raddoppio a metà tempo su autorete di Beghetto, goffo nell’anticipare Chiosa su cross di Moscati. Tardiva la reazione dei ciociari: Montipò la fa grossa lasciandosi sfuggire una punizione di Soddimo a quattro dalla fine, ma non basta per evitare il secondo ko.