Lucarelli, lettera di fuoco a Ghirardi

Lucarelli, lettera di fuoco a Ghirardi
©Getty Images
di Sportal.it

Parma-Brescia sarà il posticipo domenicale della terza gioranta di Serie B. Una sfida con tanti precedenti in A, che metterà di fronte due squadre fresche di cambiamenti societari: in casa crociata è prossima l'ufficializzazione dell'acquisto della maggioranza da parte dei cinesi di Desports, mentre a Brescia il nuovo presidente si chiama Massimo Cellino.



Proprio l'ex patron del Cagliari non ha mancato di testimoniare la propria amicizia e vicinanza nei confronti di Tommaso Ghirardi, bresciano doc ed ex presidente del Parma, in predicato di diventare sponsor delle Rondinelle.



Ghirardi, già condannato alla radiazione dalla giustizia sportiva per il fallimento del Parma, è stato il destinatario di una lunga lettera aperta di Alessandro Lucarelli, attraverso la quale il capitano crociato ha espresso il proprio punto di vista, e quello dei tifosi, sulla tormentata gestione pre-fallimento:



"Caro Presidente, per te domenica sarà sicuramente un derby speciale tra la squadra della tua città e quella a cui hai fatto un gran bene - ha scritto Lucarelli - Si del bene perchè quale tifoso non vorrrebbe vedere la propria squadra fallire a metà campionato,quale tifoso non vorrebbe che la propria squadra venisse sommersa di debiti e derisa da tutta italia,quale tifoso non vorrebbe farsi un bel campionato di serie D e passare dalle sabbie mobili della Lega Pro. Mi dispiace solo che tu sia andato via presidente , perchè avresti potuto vantarti come piaceva fare a te di aver riportato il "Parma dove gli compete", ma tu non sei così, a te piace fare del bene e scappare cosi da lasciare in tutti un ottimo ricordo. Per questo motivo ti invito ufficialmente allo stadio a vedere la partita cosi che possiamo ringraziarti di persona. Se accetti ti chiedo solo una cortesia...vieni in anticipo,perché saremo in tanti. In prima fila metto i dipendenti che hai lasciato senza lavoro, a seguire i fornitori per ribadirgli che hai saldato tutte le loro spettanze, i tifosi ed una città intera che hai umiliato davanti a tutta italia ed infine i calciatori lasciati senza contratto. Un ultima cosa ti chiedo,se ti avanza un posto in macchina porta con te l'amico di roma, perché penso sia giusto riconoscere anche a lui la bontà del lavoro svolto.... ma mi raccomando prima di uscire dalla tribuna provate a passare davanti a quel mezzo busto che troverete nell'atrio....leggete bene il nome magari potrebbe insegnarvi qualcosa....ma evitate di passare davanti al museo perchè nei 104 anni di storia,nonostante il bene che ci avete fatto voi non ci siete".