Stroppa: "Ingiustizia, non c'è stata partita"

Stroppa: 'Ingiustizia, non c'è stata partita'
©Getty Images
di Sportal.it

Il tecnico del Foggia Giovanni Stroppa non nasconde la sua delusione dopo il pareggio con il Novara: "Pari giusto? No. Meritavamo molto di più. I risultati si fanno con le occasioni, e abbiamo espresso molto. Non c'è stata partita secondo me. Dobbiamo migliorare sotto certi aspetti, sono dispiaciuto per i ragazzi perché sono incredibili per determinazione. Dobbiamo fare il salto di qualità, siamo indietro nel palleggio una volta andati in vantaggio".



"Bisogna essere più bravi, abbiamo fatto di tutto e di più per andare in vantaggio in una gara difficile, perché il Novara si è difeso bene. Al primo tiro in porta hanno beccato il gran gol all’incrocio, viziato probabilmente da un fallo su Agazzi. Dispiace per la personalità e la qualità che la squadra ha portato in campo, mi sarei aspettato che una volta passati in vantaggio, avremmo avuto la forza di chiuderla nelle occasioni create in ripartenze, ma anche di amministrare il gioco".



"Mai mi è capitato di subire tre infortuni nel primo tempo. Non so le condizioni dei giocatori infortunati, così a caldo non saprei dare informazioni adeguate. Camporese è caduto male e ha preso una botta alla testa. Il centrocampo? Ha dato delle risposte importanti fino ad oggi, non mi sembrava opportuno cambiare. L’episodio finale su Chiricò? Non sono riuscito a vedere in modo ravvicinato cosa è successo. Sensazione dal campo? Sembrava rigore".