Allegri mantiene la calma

Sportal
L'avvio di stagione con due sconfitte in tre partite non fa perdere la calma a Massimiliano Allegri: "Quello che ho detto ai ragazzi è che non mi piace il vittimismo, che non dobbiamo essere vittime di noi stessi. Martedì c'è la prima partita di Champions, una gara importante nella quale dobbiamo andare in gol e tutto andrà nel modo giusto. La squadra sia con la Samp che con l'Atalanta ha creato, subendo dei gol su una delle poche chance concesse. Probabilmente quello che facciamo adesso non basta per vincere. Dobbiamo quindi fare qualcosa in più partendo dalla Champions dove troveremo un club come l'Anderlecht che ha grande tradizione in Europa. Non servirà fretta di sbloccare perché le occasioni nei 90' le creiamo sempre".

"Rispetto a BATE E Viktoria che abbiamo incontrato lo scorso anno l'Anderlecht è una squadra più forte e che da il meglio in trasferta con una coppia di attaccanti portati al contropiede. Servirà attenzione e rispetto per l'avversario. Cambiare modulo? Ci ho pensato ma farlo in così poco tempo è una cosa un po' presuntuosa".

Il tecnico livornese parla anche del rapporto con la società: "Berlusconi? Sta vicino alla squadra, lo sento sereno nonostante il periodo difficile che vogliamo chiudere domani con una vittoria. Ci sentiamo spesso, con Galliani ho un ottimo rapporto anche se leggo l'esatto opposto. Questa è la verità. E' chiaro che tutti ci aspettavamo un inizio di stagione diverso, ma bisogna continuare a lavorare e puntare alla vittoria attraverso il gioco. Ovvero quello che abbiamo fatto nel mio primo anno qui al Milan. Questo sarà un anno diverso dagli altri, ma il lavoro fatto in passato sia stato buono nonostante il momento attuale sia di difficoltà".
17 settembre 2012
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 
  

Mancio-Balo, ci risiamo

 Da Torres a Vidic


poco campo molta panchina ecco i delusi della serie A

 Colpi per le milanesi


poco campo molta panchina ecco i delusi della serie A

 Le punte per il Milan


poco campo molta panchina ecco i delusi della serie A

© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali