Barrichello torna in pista dopo l'operazione al cervello: "È stato davvero spaventoso"

L'ex ferrarista ha ottenuto il via libera da parte dei medici e scenderà in pista a Interlagos il 10 marzo dopo soli 20 giorni dall'intervento negli Stati Uniti

Barrichello torna in pista dopo l'operazione al cervello: 'È stato davvero spaventoso'
Redazione Tiscali

L'operazione al cervello e una promessa: "Presto tornerò in pista". Rubens Barrichello ha mantenuto la parola data. Il 10 marzo tornerà in pista nel Circuito di Interlagos per correre la Stock Car 2018. L'ex ferrarista ha ottenuto il via libera da parte dei medici e potrà gareggiare nel campionato al fianco di Filipe Albuquerque. Ma la gioia non cancella la paura per il ricovero d'urgenza in ospedale e l'intervento per liberare una vena del cervello che gli aveva provocato un forte mal di testa.

"È stato davvero spaventoso, ma sono qui in carne e ossa"

 Sono passati solo venti giorni dall'operazione nell'ospedale di Orlando, negli Stati Uniti, e Barrichello è pronto a ripartire. "Sono molto felice di annunciare a tutti voi che sono stato liberado (rilasciato dai medici, ndr) e che ho fatto tutti i tipi di esami. È stato davvero spaventoso, ma sono qui in carne e ossa e con tanta forza di volontà", ha detto Barrichello in un video pubblicato sul suo profilo Instagram.

 

"Prima di partire a Interlagos, ringrazierò Dio"

"Presto varcherò la linea di partenza a Interlagos, ma prima renderò grazie a Dio - ha proseguito l'ex ferrarista -. Ma ora sono davvero molto felice. E voglio ringraziare tutti i miei fan per i messaggi di sostegno che mi sono arrivati dopo l'operazione e per essersi preoccupati per le mie condizioni di salute".