Ecclestone: "L'addio della Ferrari alla F1 è concreto. Marchionne non accetterà il budget cap"

L'ex patron del Grande Circus: "La scuderia di Maranello vuole spendere quel che può permettersi. Io ho sempre sostenuto questa linea"

Ecclestone: 'L'addio della Ferrari alla F1 è concreto. Marchionne non accetterà il budget cap'
Redazione Tiscali

La Ferrari lascerà la Formula Uno nel 2021? Per l'ex patron del Grande Circus, Bernie Ecclestone, si tratta di una ipotesi concreta. L'aut aut posto alla Liberty Group dal presidente della scuderia di Maranello, Sergio Marchionne, è chiaro: con le nuove regole del Circus, imposte da nuovi proprietari, la Ferrari non correrà. Nel mirino della Rossa c'è soprattutto il "budget cap", un tetto massimo alle spese delle scuderie che dovrebbe ridurre non solo i costi ma anche e soprattutto il divario tra i top team e quelli minori.

"La scuderia di Maranello vuole spendere quel che può permettersi"

In un'intervista all' Independent, Ecclestone ha spiegato perché Marchionne ha scelto la linea dura. "Se non può vincere, proporrà nuove regole. E se la Ferrari penserà che questi regolamenti imporranno una lotta più dura e senza ritorno economico, allora lascerà", ha spiegato Ecclestone. "Non vuole nessun budget cap o cose simili. Vuole spendere quel che può permettersi - ha aggiunto -. Io ho sempre sostenuto questa linea. Se le persone non sono in grado di spendere, devono lasciare. Se ci dovessero essere solo 3 o 4 squadre si dovrebbe intervenire in qualche modo. Ma finché tutto ciò non accadrà, nessuno farà nulla. Tutte le scuderie che dicono di non potersi permettere i costi della Formula Uno, non dovrebbero iscriversi al campionato".

L'accordo Ecclestone-Ferrari che la Liberty Group vuole eliminare

Proprio Ecclestone raggiunse un accordo con il team di Maranello per evitare il divorzio. Accordo che prevede il versamento di circa 210 milioni di dollari a stagione più un bonus a gran premio di altri 90 milioni. L'ex patron della F1, che ha dovuto cedere il suo trono al gruppo americano rappresentato da Chase Carey, recentemente aveva dichiarato che la Ferrari era stata aiutata attraverso regolamenti tecnici a lei graditi. "Io credo che Bernie debba ringraziare la Ferrari per avergli dato la possibilità di gestire la Formula 1 - ha replicato Marchionne - e, grazie alla nostra assistenza, di essere diventato miliardario. Gli faccio i complimenti e che Dio lo benedica. Lui ha fatto tanto per questo sport  ma anche la Ferrari ha fatto tanto per la Formula Uno''.