Ferrari a pezzi: l'incidente con Max Verstappen può costare il Mondiale

Nel Gp di Singapore le Rosse fuori dopo lo scontro con la Red Bull. Il belga-olandese accusa: "Sono finito in un sandwich non ho potuto frenare"

Codice da incorporare:
di Redazione Tiscali

La gioia per la pole conquistata sabato da Vettel, la delusione per un incidente in gara che può costare il Mondiale di Formula Uno. In casa Ferrari regna la delusione dopo il Gp di Singapore che visto le due monoposto uscire subito dai giochi e Lewis Hamilton salire sul podio più alto. "Dio mi ha benedetto e ho sfruttato al massimo l'incidente in partenza e che ha penalizzato le due Ferrari. Mi sarebbe piaciuto anche combattere con Vettel, ma in realtà è andata meglio così", ha ammesso l'inglese della Mercedes che guida la classifica con 263 punti (+28 su Vettel).

La dinamica dell'incidente

Ma che cosa è successo sulla pista (bagnata) di Marina Bay? Vettel in pole è partito lento, l'olandese della Red Bull Verstappen dalla seconda posizione lo ha affiancato ma è spuntato l'altro ferrarista Raikkonen da dietro a sinistra, le traiettorie si sono incrociate e il contatto è stato inevitabile. La commissione gara ha archiviato il tutto come incidente, ma tutti e tre i piloti hanno una loro versione dei fatti.

Vettel: "Sono brutte cose che però possono capitare"

"Non sa cosa sia successo. Ho visto negli specchietti Verstappen - ha detto Sebastian Vettel - e ho visto all'improvviso Raikkonen colpirmi sul fianco. Cosa abbiano combinato, però, non lo so". "Sono brutte cose che però possono capitare - ha aggunto il tedesco -. Non ho molto da dire, credo di aver fatto una partenza nella media, poi ho visto Verstappen che si stava avvicinando un po', ho cercato di chiudergli un la porta poi, subito dopo, ho sentito un colpo sul fianco ed è finita lì la mia gara". "Non so se Max non mi ha visto o meno - la versione di Kimi Raikkonen - bisognerebbe chiederlo a lui. Sono cose che capitano, anche se abbiamo pagato un prezzo troppo salato. E' un vero peccato che sia finita così, avevo fatto bene i primi 100 metri".

Verstappen: "Ero in mezzo, mi hanno chiuso"

Differente il punto di vista di Max Verstappen. Il belga-olandese lancia accuse precise: "Sono finito in un sandwich, tra Raikkonen e Vettel, non ho potuto frenare. Ho visto Kimi arrivare da sinistra e Vettel da destra, non ho potuto evitarli. Non capisco il punto di vista di Sebastian: lui lotta per il Mondiale, io 'solo' per la vittoria. Avrebbe perso un paio di posizioni e magari le avrebbe recuperate. Sono contento che non sia costato solo a me l'incidente e siamo andati tutti fuori". "C'è stata un'incomprensione tra le due Ferrari - ha poi il pilota della Red Bull -. Vettel mi ha spinto, ma io non potevo spostarmi, perché c'era Kimi. Probabilmente Sebastian non ha visto che c'era Kimi. Io potevo frenare, ma non potevo togliermi dal sandwich. C'è stato un errore da parte loro, non penso solo di Kimi. C'è stata un'incomprensione tra le due Ferrari"