Gp Giappone, Rossi: "Con la pioggia siamo competitivi"

Gp Giappone, Rossi: 'Con la pioggia siamo competitivi'
di Askanews

Roma, 14 ott. (askanews) - "In caso di pioggia e con abbastanza acqua in pista possiamo essere abbastanza competitivi in gara. In caso di condizioni miste, o comunque non di 'full wet', fatichiamo per la solita mancanza di trazione al posteriore". Valentino Rossi fa la danza della pioggia a Motegi per il Gp del Giappone in programma domani. Il dottore spiega la sua qualifica che lo vedrà domani partire dodicesimo. Con tanta acqua in pista nelle Libere3 siamo andati bene - spiega Rossi -. Abbiamo lavorato sul setting e il bilanciamento, non tanto sull'elettronica, e ho trovato un buon set up". L'utilizzo delle slick a inizio sessione è sembrato un vero e proprio azzardo che gli ha precluso in pratica la sessione. "Ho voluto rischiare perché secondo me c'erano le condizioni, era una situazione un po' al limite e bastava poco per far entrare in temperatura le gomme slick - continua - Purtroppo non ci sono riuscito, ma se le temperature fossero state più alte si poteva fare. E magari avrei guadagnato tanto. Ho fatto alcuni giri per provare a vedere la differenza che c'era fra il primo crono e quello successivo: non appena ho visto che ero sceso di soli 4" ho capito che la scelta era sbagliata. Però forse ho tratto in inganno Marquez perché ho visto che le ha montate pure lui". Infine una considerazione sulla caduta: "E' stato un high side, la moto è andata in rotazione, io sono rimasto sopra e poi sono caduto sulla destra. Per fortuna non ho battuto la gamba, ma solo il mignolo della mano. È tutto ok, poi ho insistito per tornare ai box con la mia moto facendomi spingere dai commissari, perché era quella da gara e con cui volevo fare le qualifiche: se l'avessi lasciata lì non ce l'avrei fatta".