Hayden, il gesto disperato del fratello. Sconvolto l'autista

Hayden, il gesto disperato del fratello. Sconvolto l'autista
©Getty Images
di Sportal.it

Sono ore d'angoscia per la famiglia di Nicky Hayden e per tutto il mondo del motociclismo e dello sport che prega per la sorte del centauro statunitense, investito due giorni fa mentre era in bici sulla Riccione-Tavoleto.



I bollettini dall'ospedale Bufalini di Cesena sono praticamente identici nonostante il passare delle ore: nessuna novità, Kentucky Kid è ancora in condizioni critiche ed in prognosi riservata e il danno cerebrale è "gravissimo".



Al fianco del pilota ci sono sono la madre, Rose, il fratello maggiore, Tommy, e la fidanzata, Jacky, sua promessa sposa. Il padre Earl è rimasto a casa a causa di alcuni problemi cardiaci, assieme all’altro figlio, Roger Lee, ed alla sorella, Kathleen.



In particolare il fratello Tommy, anche lui pilota, ha mandato tutti i risultati degli esami a vari medici di fiducia negli Usa, per un consulto medico, riporta Gpone.com.



Intanto nella mattinata di venerdì sono arrivare le prime parole del 30enne di Morciano che, a bordo della sua auto, ha investito Hayden: "Stavo andando al lavoro, poi lui è venuto fuori all’improvviso dallo ‘Stop’... Mi dispiace, mi dispiace".



Il padre del 30enne di Morciano ha chiesto di poter incontrare i familiari dello sfortunatissimo motociclista.