Marquez in pole anche in Austria, ma Valentino non si arrende: "Come passo non siamo lontani"

Lo spagnolo parte davanti alle Ducati di Dovizioso e Lorenzo. Solo settimo il "Dottore": "Potenziale da prima fila, ma la seconda gomma aveva poco grip"

Redazione Tiscali

Marc Marquez, sempre lui. Lo spagnolo partirà in pole position nel Gp d'Austria, dodicesima prova del Mondiale MotoGp che si corre sul Red Bull Ring. Il pilota della Honda, campione in carica della MotoGP, leader del Mondiale e vincitore la settimana scorsa a Brno, ha preceduto le due Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. Quarta la Yamaha di Maverick Vinales, quinta la Pramac di Danilo Petrucci.

Rossi non si arrende: "Ho provato a spingere ma non ce la facevo"

Solo settima la Yamaha di Valentino Rossi, che quindi partirà in terza fila. "E' stata una giornata piuttosto buona, abbiamo trovato un buon bilanciamento, un buon passo. Il mio potenziale poteva essere la prima fila, ma purtroppo la seconda gomma aveva poco grip, ho provato a spingere ma non ce la facevo".

"Mi aspettavo di più, ma come passo non siamo lontani"

Valentino Rossi si è piazzato a sette decimi da Marc Marquez, accetta il responso del cronometro ma per la gara resta fiducioso. "Sono stato veloce con la media e la dura, mi aspettavo di più in qualifica ma come passo non siamo lontani - ha spiegato ai microfoni di Sky Sport -, anche siamo molti e tutti attaccati. Tutte e tre le possibilità di gomma sono spendibili per la gara", ha concluso.