Invito al fair play respinto, Rossi attacca ancora Marquez: "Pilota pericoloso"

Un post del "Dottore" sui social rinnova lo scontro dopo il Gp di Argentina. Ezpeleta (Drona) convoca i due piloti prima dell'inizio delle libere di Austin

Invito al fair play respinto, Rossi attacca ancora Marquez: 'Pilota pericoloso'
TiscaliNews

Nessun perdono. Mentre si avvicina il Grand Prix of The Americas (domenica 22 aprile in Texas), Valentino Rossi tiene viva la polemica con Marquez per i fatti della gara in Argentina. Il campione del mondo in carica, dopo essere stato penalizzato dalla direzione gara per varie manovre a rischio, a quattro giri dalla fine su pista bagnata aveva speronato la Yamaha di Valentino Rossi che era finito a terra.

"Gara difficile rovinata da un pilota pericoloso" 

In un post su Instagram in cui non ha nascosto che, dal suo punto di vista, le responsabilità di quanto accaduto sono chiare e lo infastidiscono: "Termas de Rio Hondo, gara difficile rovinata da un pilota pericoloso".

Ezpeleta vedrà i due piloti prima della gara di Austin

La Dorna, la società (spagnola) che gestisce la MotoGp, non può permettersi il rischio che le prossime si trasformino in gare ad eliminazione diretta. Per questo il suo amministratore delegato, Carmelo Ezpeleta, ha "convocato" Rossi e Marquez prima dell'inizio delle libere. "Discuterò con i piloti ad Austin, il 20 aprile, al Comitato per la sicurezza e lì parleremo di tutto - ha detto Ezpeleta -. Vorrei che partecipassero entrambi. Marquez c'è sempre, Rossi quasi sempre" ha detto ad un'emittente spagnola. "Rossi è molto arrabbiato e Marquez si sente frustrato, li capisco entrambi - ha aggiunto - Io non ho parlato con nessuno dei due, non è il momento. L'aspetto psicologico è importante e deve essere rispettato".