Malagò: "Se fossi Tavecchio mi dimetterei"

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) - "Se voi mi chiedete cosa farei io al posto suo, io mi dimetterei. Se il signor Tavecchio ritiene di essere la persona maggiormente deputata per portare avanti il nuovo corso della Federcalcio si assume la responsabilità di questa decisione. Ventura non ha il rinnovo, che si dimetta oggi o fra un mese cambia poco...Nella sostanza gli elementi sono abbastanza acclarati". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, sulla mancata qualificazione della Nazionale italiana al mondiale di calcio.