Alle 18:30 Dinamo Femminile-Reyer Venezia

Alle 18:30 Dinamo Femminile-Reyer Venezia
di DinamoBasket

TagsDinamo femminileLa Dinamo torna in campo con la sfida della 8° giornata Techfind serie A1

Back at it: la Dinamo Femminile è pronta a tornare sul parquet. Dopo il lungo stop e la concomitate pausa per la finestra di qualificazione Eurobasket Women 2021 le biancoblu hanno ripreso l’attività agonistica e si preparano alla prossima sfida casalinga. Questa sera, palla a due alle 18:30, a calcare il parquet di piazzale Segni sarà la Reyer, nella prima sfida di un nuovo capitolo di rivalità tra Sassari e Venezia. Dopo aver dominato la ribalta della massima serie maschile, la rivalità cestistica tra queste due realtà si rilancia anche nel campionato di serie A1 in rosa.

La Reyer si presenta sul parquet del PalaSerradimigni da prima della classe, con una striscia di sette vittorie in altrettante partite disputate che la proiettano in vetta alla classifica della Techfind serie A1. Ben nove pedine della Reyer femminile la scorsa settimana sono state impiegate nella finestra di qualificazione a EuroBasket Women 2021.

Reyer Venezia. La formazione lagunare, guidata a partire da quest’anno da Giampiero Ticchi, che non sarà del match poiché positivo al Covid-19, è stata in parte rivoluzionata rispetto alla passata stagione, costruendo un roster profondo e competitivo in vista del doppio impegno tra campionato ed Eurocup. In cabina di regia c’è Debora Carangelo, veterana della Reyer con nove stagioni in Laguna e oltre 300 presenze in maglia orogranata, il suo backup è Beatrice Attura, arrivata da Vigarano, e protagonista in maglia Azzurra nella bolla di Riga nella sfida con la Repubblica Ceca con 20 punti. La guardia è Yvonne Anderson, americana con passaporto serbo, capocannoniere nelle file del Besiktas ed Eurocup Women, tra le protagoniste la scorsa settimana con la Serbia: la giocatrice classe 1990 ha condotto a Istanbul la sua nazionale nelle vittorie su Lituania e Turchia, chiudendo contro le padrone di casa con una prestazione da 25 punti,6 assist, 5 rimbalzi per un totale 32 di valutazione, e il canestro allo scadere che ha portato al supplementare. Dalla panchina c’è Giulia Natali, classe 2002 originaria di Ferrara che rappresenta un ottimo prospetto. Nello spot di ala ci sono le azzurre Elisa Penna, al quinto anno in Reyer, e Francesca Pan: entrambe protagoniste della finestra di qualificazione sotto le direttive del ct Lino Lardo e in doppia cifra -rispettivamente 13 e 12 punti- contro la Romania. Dopo aver mosso i primi passi nel vivaio Reyer le due hanno completato la loro formazione cestistica in America, per poi tornare in laguna. L’ala forte è Temi Fagbenle che nel 2017 ha vinto il titolo WNBA con le Minnesota Lynx insieme a Cecilia Zandalasini: recentemente ha disputato con la maglia della Gran Bretagna la sfida con la Polonia. Sotto le plance ci sono la lituana Gyntare Petronyte, pedina estremamente tecnica al secondo anno in Reyer, e Martina Bestagno, classe 1990, tipica giocatrice che può essere decisiva e compensa con energia e agonismo i limiti tecnici. Infine in panchina siede la giovane Laura Meldere, classe 2001, lettone di formazione italiana.

A presentare la sfida, al rientro dopo il lungo stop è stato coach Antonello Restivo ai microfoni di Dinamo TV: “Siamo felici di tornare in campo dopo questo stop forzato, sappiamo di dover lavorare duro per ritrovare lo stato di forma e lo stiamo già facendo con un’attenta gestione dei carichi. La cosa più bella di quello che abbiamo vissuto è che c’è ancora più compattezza nel gruppo: si è visto proprio nei primi giorni, man mano che si rientrava in palestra, si è respirata subito armonia, voglia di lavorare e stare insieme”.

“Venezia è una squadra che lo scorso anno ha deciso di cambiare allenatore dopo tanti anni e che, con l’arrivo di Giampiero Ticchi, ha indubbiamente acquisito un valore aggiunto _analizza il tecnico_. Si è visto già dall’avvio con la vittoria della Supercoppa e il successo nel derby di alta classifica con Schio. Sono imbattute in campionato e stanno facendo bene in coppa. È una squadra profondissima che ha tante nazionali, tra queste spicca la serba Anderson, pedina fondamentale nel loro gioco che può essere utile in molti aspetti. La Reyer è sicuramente una squadra tosta, noi dovremo affrontare la partita cercando di farla nostra, facendo le nostre cose: non sarà una partita normale e presterò massima attenzione nelle rotazioni, in vista di stanchezza. Sarà difficile ma dobbiamo essere convinti e cercare di mettere in difficoltà Venezia, dobbiamo trovare il modo per mettere dei piccoli sassolini nel loro ingranaggio perfetto e farlo al meglio”.

 

Sassari, 21 novembre 2020

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna