Pallavolo in lutto: morto Michele Pasinato, eroe azzurro del clan Velasco

L'ex campione azzurro aveva 52 anni e da tempo combatteva contro un male incurabile. "Paso" aveva vinto un Mondiale nel 1998 con la "squadra del secolo"

Michele Pasinato (foto Federvolley.it @Federvolley)
Michele Pasinato (foto Federvolley.it @Federvolley)
di Tiscali Sport

Una bruttissima notizia scuote l'intero mondo della pallavolo: è morto Michele Pasinato. L'ex campione azzurro aveva 52 anni e da tempo combatteva contro un male incurabile. A dare la triste notizia della scomparsa di "Paso" (come veniva soprannominato) è stata la Federvolley.

Uno degli eroi azzurri guidati da Velasco

Michele Pasinato era nato a Cittadella il 13 marzo 1969. Aveva giocato nella nazionale azzurra allenata da Julio Velasco a Barcellona '92 e aveva fatto parte del gruppo di "eroi" che aveva vinto il Mondiale a Tokyo nel 1998. Una nazionale che poi la federazione mondiale aveva incoronato come "squadra del secolo". L' "opposto" azzurro aveva vinto anche due Europei (Turku 1993 e Atene 1995). In Serie A aveva vestito le maglie di Padova, Roma e Montichiari, e stabilito il record di punti (oltre 7mila).

"Intramontabile esempio dei valori che ci rappresentano"

"Lo sport italiano piange la scomparsa di Pasinato, straordinario interprete della generazione di 'fenomeni' del volley azzurro e intramontabile esempio dei valori che ci rappresentano. Ciao, Michele. Campione per sempre!", ha twittato il presidente del Coni, Giovanni Malagò.  Da parte del presidente Fipav, Giuseppe Manfredi, e di tutto il consiglio sono state espresse condoglianze alla famiglia di Pasinato.