Tiscali.it
SEGUICI

L'Aids e l'addio al basket poi la nuova vita: "Magic" Johnson oggi è miliardario

La stella dell'Nba degli anni Ottanta ha investito in squadre sportive e in altri settori, oggi ha un patrimonio di 1,2 miliardi di dollari

di Tiscali Sport   

Era il lontano 7 novembre del 1991 quando "Magic" Johnson annunciò di essere sieropositivo e di voler lasciare il basket. Grazie ai cinque titoli Nba conquistati con i Los Angeles Lakers il cestista statunitense era una stella assoluta del suo sport. "Sono sieropositivo, ma questo non vuol dire che la mia vita sia finita", le sue parole d'addio al basket. E dopo aver riposto in una bacheca virtuale i suoi titoli (l'anello della NBA conquistato per cinque volte nel 1980, nel 1982, nel 1985, nel 1987 e nel 1988 e il titolo di M.V.P. miglior giocatore della NBA nel 1987, nel 1989 e nel 1990) "Magic" Johnson ha iniziato a fare investimenti e guadagnare soldi a palate.

Il club dei miliardari

E oggi è miliardario. Secondo Forbes, il patrimonio dell'ex campione Nba ammonta a 1.2 miliardi di dollari ed è il quarto sportivo a entrare nel "club dei miliardari" dopo i "colleghi" LeBron James, Michael Jordan e la star del golf Tiger Woods. In realtà l’elenco degli sportivi miliardari è più lungo e comprende le stelle del calcio Messi e Cristiano Ronaldo oltre al tennista Roger Federer e all’ex pugile Floyd Mayweather, ma Forbes non riesce a quantificare il valore del loro patrimonio.

Quattro squadre in sport diversi

Ma come ha fatto Johnson a diventare così ricco senza il basket e le sponsorizzazioni legate al suo sport? Ha investito i soldi guadagnati in vari settori diversificando gli investimenti. Ha puntato ovviamente sullo sport e oggi possiede una quota di minoranza degli Washington Commanders (squadra di football americano della Nfl) e altre quote in tre squadre professionistiche di Los Angeles: Los Angeles Sparks della Wnba (la Nba femminile), Los Angeles Dodgers della Mlb (baseball) e il Los Angeles FC della Major League Soccer calcistica. Si era ipotizzato anche un suo ingresso nei Los Angeles Clippers, storici rivali dei Lakers.

Dalle assicurazioni sulla vita e i cinema a Starbucks e Pepsi

Poi ha fatto grossi investimenti in vari settori, tra cui una partecipazione del 60% della società di assicurazioni sulla vita EquiTrust, comprata nel 2015. EquiTrust rappresenta la fetta più grande del patrimonio di Johnson. Dal momento dell'acquisto, gli asset della compagnia sono saliti da 16 a 26 miliardi di dollari, con un fatturato annuo di circa 2,6 miliardi. Negli ultimi 30 anni Johnson ha lanciato una catena di cinema in collaborazione con Loews. In particolare, ha creato sale in quartieri abitati in prevalenza da afroamericani nelle più grandi città statunitensi, tra cui Los Angeles, Atlanta, Houston e New York. Ha anche istituito una joint venture al 50% con Starbucks per aprire caffè nei quartieri neri. Il 12 volte all star della Nba possiede anche una quota di minoranza di un impianto di imbottigliamento della PepsiCo fuori da Washington, acquistata nel 1990 per 60 milioni di dollari con l'investitore Earl Graves.

  

di Tiscali Sport   

I più recenti

Lotto Brussels Premier P2, day 2: Lebron-Paquito, la nuova era inizia con un sorriso
Lotto Brussels Premier P2, day 2: Lebron-Paquito, la nuova era inizia con un sorriso
Cricket: federazione italiana premiata per progetto nelle scuole
Cricket: federazione italiana premiata per progetto nelle scuole
Olimpiadi, Malagò: Dodici ori a Parigi? Ci metterei la firma
Olimpiadi, Malagò: Dodici ori a Parigi? Ci metterei la firma
Taekwondo, al Palatiziano di Roma tre giorni di competizioni nazionali
Taekwondo, al Palatiziano di Roma tre giorni di competizioni nazionali

Le Rubriche

Pierangelo Sapegno

Giornalista e scrittore, ha iniziato la sua carriera giornalistica nella tv...

Andrea Curreli

Cagliaritano classe '73 e tifoso del Cagliari. Studi classici e laurea in...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Italo Cucci

La Barba al palo, la rubrica video a cura di Italo Cucci, famoso giornalista...