Dinamo che show a Bologna, Bamforth trascina Sassari: Virtus demolita

L'ameircano realizza 27 punti, 4 assist per 29 di valutazione e vince la sfida a distanza contro Punter. Finisce 74-86 e ora la final eight di Coppa Italia si avvicinano

Dinamo che show a Bologna, Bamforth trascina Sassari: Virtus demolita
di Stefano Loffredo

Solida in difesa, implacabile in attacco e con uno Scott Bamforth da stropicciarsi gli occhi con 27 punti, 4 assist per 29 di valutazione. La miglior Dinamo della stagione vince a Bologna contro la Virtus 74-86 e si riporta all'ottavo posto l'ultimo utile per le finali di Coppa Italia. 

La Virtus parte forte condotta da Punter firmando un break di 8-2, il Banco si sblocca con Cooley e Thomas e dimezza lo svantaggio.Botta e risposta dall’arco tra Aradori e Smith. I padroni di casa si portano avanti con il solito Punter fino al +12. I sassaresi accorciano le distanze con Polonara, Spissu e Pierre. Al 10’ il tabellone dice 25-18.

Ad aprire la seconda frazione c’è la bomba di Bamforth: canestro and one di Pierre e tap in di Cooley. La Dinamo accorcia e si riporta a -1 con il centro biancoblu. Reazione bianconera con Cournooh e Taylor. Smith suona la carica e due triple di Bamforth chiudono un parziale da 10-3 che riporta il Banco a -1. Cooley a cronometro fermo sigla la parità, ancora Bam Bam Bamforth -ormai a quota 14 punti- scrive il sorpasso. I biancoblu arrivano a +3, Bologna accorcia e quando suona la sirena dell’intervallo lungo la Virtus avanti di misura 43-42.

Al rientro dalla pausa lunga gli uomini di coach Esposito entrano con grinta sul campo: apre le danze Smith in lunetta. Bamforth prosegue la sua cavalcata dall’arco ed è vantaggio sassarese. Il Banco piazza un parziale da 15-6: 2+1 di Thomas, Cooley a cronometro fermo e canestro and one di Bamforth. Baldi Rossi sblocca i suoi ma Sassari continua la sua corsa: si accende Petteway che, con una schiacciata spettacolare, scrive il vantaggio in doppia cifra. Una tripla di Thomas chiude il terzo quarto 58-69.

L’ultima frazione si apre con un parziale delle V nere di 11-2: a condurre i padroni di casa Punter che, con due triple, riporta i suoi a un possesso di distanza. Reazione biancoblu con lay up di Smith e 5 punti di Bamforth (69-78). Il duello tra il giocatore originario di Albuquerque e Punter entusiasma i presenti. Aradori colpisce dai 6,75 e tiene viva Bologna. Bamforth monetizza il fallo di Punter a cronometro fermo, Cooley fa la voce grossa nel pitturato e sigla il +10 quando inizia l’ultimo minuto di gioco. Petteway mette il sigillo alla vittoria, la Dinamo ritrova la vittoria e al PalaDozza finisce 74-86.

Virtus Bologna 74 - Dinamo Banco di Sardegna 86 Parziali: 25-18; 18-24; 15-27; 16-17. Progressivi: 25-18; 43-42; 58-69; 74-86.

Virtus Bologna. Punter 25, Pajola 2, Taylor 5, Baldi Rossi 5, Cappelletti, Kravic 10, Aradori16, Berti, M’baye 4, Cournooh 2, Qvale 5. All. Pino Sacripanti

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 2, Smith 14, Bamforth 27, Petteway 6, Devecchi, Magro 1, Pierre 7, Gentile, Thomas 11, Polonara 2, Diop, Cooley 16. All. Vincenzo Esposito.