24 maggio, Fognini’s day. 33 anni in 33 numeri

24 maggio, Fognini’s day. 33 anni in 33 numeri

Fabio Fognini compie 33 anni, come Novak Djokovic e Andy Murray, che l’hanno preceduto di pochi giorni. Lo fa da n.11 del mondo, da marito e padre felice a casa con Flavia e i loro due pargoletti, Federico e Farah. In attesa di poterlo rivedere in azione abbiamo ripassato la sua splendida carriera attraverso 13 numeri, uno per ogni candelina. Per festeggiare con lui e ringraziarlo delle soddisfazioni che ci ha regalato riportando un tennista italiano tra i primi 10 del mondo dopo oltre 40 anni di astinenza.

1: il titolo nei tornei del Grande Slam, conquistato agli Open d’Australia di Melbourne nel 2015 insieme a Simone Bolelli. In finale superarono 6-4 6-4 la coppia francese formata Nicolas Mahut e Pierre-Hugues Herbert, capace di realizzare un Career Grand Slam

2: i suoi figlioletti, Federico (che ha compito 3 anni lo scorso 19 maggio) e Farah (che ha compiuto 5 mesi ieri, 23 maggio)

3: Le vittorie su Rafael Nadal ottenute nello stesso anno, il 2015: in semifinale a Rio de Janeiro, al 3° turno di Barcellona e al 3° turno degli Us Open.

4: gli anni che aveva quando ha cominciato a giocare a tennis

5: i titoli conquistati in doppio: Umago 2011 (con Simone Bolelli), Buenos Aires 2013 (con S. Bolelli), Australia Open 2015 (con Simone Bolelli), Shenzhen 2016 (con Robert Lindstedt), San Pietroburgo (con Matteo Berrettini)

6: il giorno di febbraio del 2005 in cui conquistò il suo promo titolo da professionista nel Futures spagnolo di Murcia battendo in finale il croato Mario Radic

7: il suo best ranking nella classifica mondiale di doppio, raggiunto il 20 luglio del 2015

8: le stagioni consecutive nelle quali ha raggiunto almeno una finale nel circuito Atp (2012 – 2019)

9: Il suo best ranking, raggiunto il 15 luglio del 2019. Ma anche il numero dei tornei vinti nel circuito Atp: Amburgo e Stoccarda nel 2013, Vina del Mar nel 2014, Umago nel 2016, Gstaad nel 2017, Los Cabos, Bastad e San Paolo nel 2018, Monte-Carlo (Atp Masters 1000) nel 2019.

10: Il numero delle finali raggiunte nel circuito Atp: St. Pietroburgo e Bucarest nel 2012, Umago nel 2013, Monaco di Baviera e Buenos Aires nel 2014, Amburgo e Rio de Janeiro nel 2015, Mosca nel 2016, San Pietroburgo nel 2017, Chengdu nel 2018.

11: La sua attuale posizione nella classifica mondiale, congelata al 16 marzo 2020

12: Le presenze nel tabellone principale degli Open di Francia. Al Roland Garros Fabio vanta il suo miglior piazzamento Slam, i quarti di finale raggiunti nel 2011. Ma anche due ottavi di finali consecutivi, nel 2018 e 2019.

13: le finali Atp complessive, calcolando anche le 3 nel circuito Challenger, a Santiago, Sanremo e Furth nel 2007

14: la categoria Under nella quale vinse il titolo italiano sia in singolare che in doppio e fu sconfitto negli ottavi di finale dei Campionati Europei da Novak Djokovic

15: le vittorie complessive Atp, comprendendo anche i 6 tornei Challenger (Torino, Genova nel 2008, San Benedetto del Tronto nel 2009, Genova, Napoli e Santiago del Cile nel 2010.

16: le sue stagioni da professionista. Ha infatti esordito nel circuito Atp nel 2004, conquistando i primi punti Atp nel torneo Futures ITF dal 10.000 dollari di Valdengo dove battè Federico Torresi e lo sloveno Andrej Kracman.

17: gli anni che aveva quando giocò la sua prima partita in un torneo professionistico. Era il settembre del 2002 e fu battuto al primo turno del Futures Italy 5 da Florian Allgauer, altoatesino, allora n. 367 del mondo.

18: la sua classifica Atp il 15 aprile del 2019, giorno di inizio dell’Atp Masters 1000 di Monte-Carlo, torneo che avrebbe vinto battendo tra gli altri il n.3 del mondo Alexander Zverev, il n.13 Borna Coric e il n.2 Rafael Nadal.

19: gli anni che aveva quando si qualificò per la prima volta per un tabellone principale a livello Atp. Accadde a Palermo nel settembre del 2005. Superò nelle qualificazioni Juan Antonio Marin, Daniele Giorgini e Daniel Gimeno Traver.

20: gli anni che aveva quando fece il suo debutto nel tabellone principale di uno Slam. Accade al Roland Garros nel 2007, quando superò le qualificazioni battendo Lukasz Kubot, Michael Berrer e Rainer Schuttler. Venne poi battuto al primo turno del main draw in cinque set dall’argentino Juan Monaco, n. 35 del mondo.

21: l’età a cui giòco la prima partita in Coppa Davis, il 19 settembre del 2008 a Montecatini nel play-out tra Italia e Lettonia. Fu sconfitto in tre set dal n.1 avversario Ernst Gulbis ma l’Italia si impose ugualmente e Fabio battè a risultato acquisto il lettone Andis Juska.

Fabio Fognini

22: le partite vinte in carriera al quinto set, contro sole 13 sconfitte. Fognini è decisamente un lottatore: la sua percentuale di vittorie nelle partite Slam che si prolungano al quinto set è del 62,9 %

23: gli anni che aveva quando colse la sua prima vittoria contro un Top 10. Successe a Wimbledon nel 2010 quando superò al primo turno lo spagnolo Fernando Verdasco con il punteggio di 7-6 6-2 6-7 6-4.

24: il giorno di maggio del 2004 (suo 17° compleanno) in cui fece il suo debutto nel circuito Challenger a Torino, battendo il n. 174 del mondo Alexander Waske.

25: la tensione in kg delle corde orizzontali della sua racchetta, che fa incordare con sintetico monofilamento Babolat RPM Blast, calibro 1,30.

26: il giorno di settembre del 2005 in cui disputò la prima partita nel main draw di un torneo Atp, a Palermo. Fu sconfitto dal tedesco Daniel Elsner, n. 339 del mondo, in tre set, 4-6 6-3 7-5

27: la tensione in kg delle corde verticali della sua racchetta, una Babolat Pure Drive che nella sua versione personalizzata pesa 340 grammi ed è bilanciata a 33,3 cm dall’estremità del manico.

 

28: la posizione nel ranking Atp che raggiunse dopo aver battuto Rafael Nadal al terzo turno degli Us Open 2015 al termine di una emozionante battaglia di 3 ore e 47 minuti culminata con il successo dell’azzurro in rimonta: 3-6 4-6 6-4 6-3 6-4.

29: gli anni che aveva il giorno delle nozze con Flavia Pennetta, celebrate a Ostuni l’11 giugno del 2016.

30: le partite vinte nel 2019, la stagione in cui ha raggiunto il suo best ranking

31: la sua classifica Atp quando ha colto la prima vittoria nel circuito, a Stoccarda nel 2013. Lungo il percorso superò il n.11 Tommy Haas e in finale il n. 25 Philipp Kohlschreiber

32: gli anni di età che aveva quando è riuscito a entrare per la prima volta tra i primi 10 giocatori del mondo, il 10 giugno del 2019 all’indomani degli Open di Francia in cui aveva raggiunto gli ottavi di finale. La classifica lo collocò proprio al n.10.

33: l’età che condivide con Novak Djokovic e Andy Murray, nati rispettivamente il 22 e il 15 maggio del 1987.