Coco denuncia: la prossima sarò io?

Coco denuncia: la prossima sarò io?

La tragica morte di George Floyd durante il suo arresto da parte della polizia di Minneapolis è stato un vero pugno nello stomaco del mondo intero. Molte voci si sono sollevate per protestare, tra cui quella della 16enne stella nascente del tennis americano e mondiale Coco Gauff.

“Faccio sentire la mia voce per combattere il razzismo. Farete sentire le vostre? Si chiede in un video in cui appare con la testa sotto il cappuccio di una felpa nera, sguardo duro dritto in camera. E propone in sequenza le foto di Floyd e altre vittime nere: uomini, donne, una bambina, Aiyana Jones. Alla fine, Gauff torna a guardare l’obbiettivo e si chiede se sarà il prossimo nome nella lista delle vittime della polizia nera.

Il fatto che ha scatenato proteste fortissime e disordini in tutta l’America riguarda il 46enne George Floyd, arrestato dalla polizia per una banconota da 20 dollari contraffatta. Bloccato a terra da un agente di polizia che gli teneva il ginocchio sul collo per più di 8 munuti, ha ripetutamente affermato di non poter respirare prima di morire. Derek Chauvin, l'ufficiale di polizia che sosteneva il ginocchio sul collo di Floyd, è stato arrestato e accusato di omicidio colposo.

La tragedia, ennesima di questo genere negli Usa, questa volta ha mosso anche una potenza dell'industria degli articoli sportivi come Nike, che su Twitter ha postato un video-messaggio che recita. «Just don't Do It (per una volta, non farlo, che richiama il celebre slogan Just do it) non fingere che non esista un problema in America. Non voltare le spalle davanti al razzismo. Non accettare che vite innocenti ci vengano strappate. Non cercare altre scuse. Non pensare che questo non ti riguardi. Non restare seduto in silenzio. Non pensare di non poter far parte del cambiamento. Tutti siamo parte del cambiamento»

Il messaggio della Nike è stato ritwittato anche dal colosso tedesco Adidas, che ha commentato: E’ tutti insieme che si possono fare passi avanti, è tutti insieme che possiamo cambiare le cose”

Let’s all be part of the change.#UntilWeAllWin pic.twitter.com/guhAG48Wbp

— Nike (@Nike) May 29, 2020