Tiscali.it
SEGUICI

Djokovic, compleanno in campo: "Giocare è l'allenamento migliore"

di SuperTennis   
Djokovic, compleanno in campo: 'Giocare è l'allenamento migliore'

Novak Djokovic festeggerà in campo il 37mo compleanno. Mercoledì, infatti, debutterà non prima delle 18 al Gonet Geneva Openm l'ATP 250 di Ginevra sulla terra battuta, contro il tedesco Yannick Hanfmann. Il numero 1 del mondo ha vinto 12 delle 17 partite giocate nel circuito ATP, ma non ha ancora aggiunto titoli alla sua bacheca. "Sono venuto a Ginevra perché in questo momento sento che giocare partite è per me l'allenamento migliore" ha detto Djokovic, eliminato al terzo turno agli Internazionali BNL d'Italia dalla rivelazione Alejandro Tabilo dopo essere stato colpito da una borraccia accidentalmente scivolata dallo zaino di un tifoso. "La testa sta bene, è tutto ok" ha detto il serbo alla vigilia del suo esordio nel torneo.

"Ho bisogno di qualche partita in più per arrivare al Roland Garros nello stato di forma che mi serve" ha detto Djokovic che battendo Hanfmann raggiungerebbe le 1.100 vittorie in carriera nel circuito ATP. Se poi dovesse andare avanti, potrebbe festeggiare i 99 titoli nel Tour.

"Ho lavorato molto con il nuovo preparatore atletico sulla forza e la resistenza, di cui ho bisogno per giocare al meglio dei cinque set nello Slam sulla terra battuta, la superficie più stancante" ha sottolineato Djokovic.


Il numero 1 del mondo potrà sentirsi a casa a Ginevra. Qui vive infatti una parte della sua famiglia e per anni ha vissuto il suo grande amico e testimone di nozze, il serbo Neven Markovic, in passato calciatore per la locale squadra del Servette. "Lui ci ha giocato 12, 13 anni fa e per lui sono venuto la prima volta - ha detto -. Ora qui vive mia cugina che si sta per sposare con un calciatrore del Servette. Anche altri miei cugini vivono qui da anni. A Ginevra mi ero allenato in passato ma non avevo mai giocato il torneo".

Nel più antico e più grande circolo tennis svizzero, Djokovic cercherà ispirazione e condizione per inseguire al Roland Garros il 25mo Slam della sua carriera. "Quest'anno sarà apertissimo - ha detto -. Fra i candidati vanno considerati anche Ruud, Zverev, Rublev, Tsitsipas, tutti quelli che hanno vinto tornei importanti sul rosso. Poi c'è Nadal, e al Roland Garros per tutto quello che ha fatto rimane il favorito, nonostante quello che gli è successo negli ultimi mesi: perché è sempre il Roland Garros e parliamo sempre di Nadal. Dietro, magari, posso esserci io se mi sento bene e gioco bene".

di SuperTennis   
I più recenti
Queen's: battuto Nakashima, Musetti ai quarti
Queen's: battuto Nakashima, Musetti ai quarti
Musetti: Sono molto fiero di questa vittoria
Musetti: Sono molto fiero di questa vittoria
Errani deluxe: è nei quarti a Gaiba
Errani deluxe: è nei quarti a Gaiba
Sinner nei quarti ad Halle Al top per Wimbledon
Sinner nei quarti ad Halle Al top per Wimbledon
Le Rubriche

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Pierangelo Sapegno

Giornalista e scrittore, ha iniziato la sua carriera giornalistica nella tv...

Andrea Curreli

Cagliaritano classe '73 e tifoso del Cagliari. Studi classici e laurea in...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Italo Cucci

La Barba al palo, la rubrica video a cura di Italo Cucci, famoso giornalista...