Hurkacz, potere polacco a Delray Beach

Hurkacz, potere polacco a Delray Beach

Dopo la campionessa Iga Swiatek, la campionessa del Roland Garros 2020, la Polonia si gode anche l'ascesa di Hubert Hurkacz. A Delray beach, ha sconfitto in finale 63 63 Sebastian Korda, condizionato da problemi fisici e costretto al medical timeout all'inizio del secondo set. Ha conquistato così il secondo titolo su due finali ATP dopo il trionfo a Winston-Salem 2019. Allora, diventò il secondo polacco a vincere un torneo ATP nell'era Open dopo Wojtech Fibah, il primo top-10 della nazione e futuro manager di Ivan Lendl.

Nel percorso verso il titolo, non ha affrontato nemmeno un giocatore compreso tra i primi 100 del mondo. A livello ATP, era successo l'ultima volta a Steve Johnson nel torneo di Newport del 2018.


"Peccato che non eri al meglio" ha detto al suo avversario durante la cerimonia di premiazione, "ma il tuo livello di gioco è alto e si vede. Vincerai tanto in futuro".

Korda, alla prima finale ATP, sperava di riportare il nome Korda nell'albo d'oro di un evento del circuito maggiore dopo i dieci successi del padre Petr, suo coach presente sugli spalti. Petr vinse dieci trofei, compreso l'Australian Open 1998, e salì al numero 2 del ranking.

Nell'era Open, solo due coppie di padri e figli hanno possono vantare almeno un titolo vinto a testa: Ramanathan e Ramesh Krishnan, Phil e Taylor Dent.

"Mi hai dominato in allenamento e l'hai rifatto in partita" ha detto Korda, "non vedo l'ora di rivedervi qui fra un anno".

In doppio, si è chiusa con una sconfitta l'avventura dei fratelli Christian e Ryan Harrison. Ariel Behar, che si è fatto notare per le maglie inusuali e sgargianti, e Gonzalo Escobar si sono imposti 6-7(5) 7-6(4) 10-4.