L'almanacco del 23 marzo: Roddick, prima gioia

L'almanacco del 23 marzo: Roddick, prima gioia

Il 23 marzo è un giorno di prime volte nella storia del tennis. Lo diventa anche per SuperTennis, che inaugura il suo almanacco per tenervi compagnia con le emozioni del passato e un po' di nostalgia, in attesa che si torni a giocare. Ci sarà spazio per i classici accadde oggi, per focus su quello che accadeva in questo giorno trenta, venti o dieci anni fa. Registreremo i compleanni nel mondo del tennis. Rivivremo, poi, giorno per giorno, quello che succedeva l'anno scorso nella settimana corrispondente. Riavvolgeremo, dunque, il nastro al 2019, ai primi match di qualificazione e al sorteggio del tabellone maschile del Masters 1000 di Miami.

Accadde oggi

1997

Al terzo turno del torneo di Miami,Martina Hingis incontra Venus per la prima volta in carriera. La svizzera, diventata a inizio anno la più giovane campionessa dell'Australian Open (a 16 anni e 3 mesi), è numero 2 del mondo. Venus, numero 100, non riesce a contrastare Hingis che vince 6-4 6-2. Conquisterà il titolo su Monica Seles, salendo al numero 1 del ranking, e continuerà così una serie di vittorie consecutive che si fermerà solo nella finale del Roland Garros, contro la croata Iva Majoli.

 

1991

Monica Seles batte 6-3 7-5 Gabriela Sabatini, che veniva da 15 successi consecutivi, e vince il Lipton International Players Championships, il torneo di Miami. Nel secondo set, l'argentina allunga 4-0 40-0, ma Seles la aggancia velocemente sul 4-4. L'argentina manca sei set point sul 5-4, Seles non trasforma i primi quattro match point ma chiude sull'ultimo rovescio lungo di Sabatini.

Memorie di tennis

Nel 2000, Andy Roddick festeggia la prima vittoria ATP. Allora numero 1 junior, domina Fernando Vicente 6-4 6-0 sullo Stadium Court, il centrale di Miami, davanti a un pubblico numeroso che comprende amici e familiari. "Pensavo che la mia prima partita l'avrei vinta sul campo 73" commenta A-Rod che una settimana prima ha perso contro Laurence Tieleman la sua prima partita da professionista a Delray Beach. Al secondo turno, lo aspetta il numero 1 del mondo Andre Agassi.

 

Auguri a...

Jonas Bjorkman, 48 anni

Figlio di un postino svedese, è stato numero 4 del mondo in singolare (best ranking toccato il 3 novembre 1997) e numero 1 in doppio (9 luglio 2001). Ha un record di 6 trofei in 11 finali in singolare, ha conquistato 54 titoli e raggiunto altre 43 finali in doppio. In questa specialità ha vinto 9 major, completando anche il Career Grand Slam. E' stato coach di Andy Murray da a aprile a dicembre 2015, e di Marin Cilic nel 2016 e 2017.

Bethanie Mattek, 35 anni

Mai in top 25 in singolare, Bethanie Mattek-Sands è una delle migliori doppiste del circuito. In doppio ha vinto 27 titoli WTA, compresi cinque Slam in coppia con la ceca Lucie Safarova (Australian Open e Roland Garros 2015 e 2017, US Open 2016). In doppio misto ha trionfato all'Australian Open 2012 con il rumeno Tecau, al Roland Garros 2015 con Mike Bryan, allo US Open 2018 e 2019 con Jamie Murray. In questa specialità ha vinto anche l'oro olimpico 2016 a Rio in coppia con Jack Sock.

Il film del 2019

Cosa succedeva un anno fa nel lunedì della settimana in cui sarebbe iniziato il torneo di Miami? Iniziano le qualificazioni maschili. Lorenzo Sonego batte l’indiano Ramanathan, Paolo Lorenzi supera il belga Bemelmans. Non ci sarà però derby con Luca Vanni, che non riesce a sovvertire il pronostico contro Felix Auger-Aliassime. Sconfitto anche Gianluigi Quinzi.

Viene anche sorteggiato anche il tabellone maschile del Masters 1000, che per la prima volta si giocherà all'Hard Rock Stadium, a Miami Gardens. Il nuovo Centrale, smontato alla fine del torneo, occupa un settore dello stadio dei Dolphins, la locale squadra di football. Roger Federer e Stan Wawrinka sono nella parte bassa come Alexander Zverev e Stefanos Tsitsipas. Dal lato del numero 1 del mondo Novak Djokovic, invece, ci sono John Isner, il vincitore di Indian Wells Dominic Thiem, e Kei Nishikori. Quattro gli italiani direttamenre nel main draw. Matteo Berrettini sfida il polacco Hurkacz, Thomas Fabbiano inizia contro il bielorusso Ilya Ivashka. Marco Cecchinato e Fabio Fognini, teste di serie numero 14 e 15, partono direttamente al secondo turno dopo il bye.