Mamma Djokovic a ruota libera: "Mio figlio si sente scelto da Dio. Federer è un po' arrogante"

Mamma Djokovic a ruota libera: 'Mio figlio si sente scelto da Dio. Federer è un po' arrogante'

Mamma Djokovic a ruota libera in un’intervista pubblicata dal portale serbo Blic Sport. "Novak si sente scelto da dio, è credente e indossa sempre una croce proveniente da un monastero greco. Prega sempre alla mattina e alla sera". Questa la rivelazione di Dijana Djokovic, che ha anche raccontato come ha vissuto l’indimenticabile finale dello scorso anno a Wimbledon vinta dal figlio 13-12 al tie break del quinto set dopo una girandola di emozioni e due match point falliti da Federer. “Ho visto tanti match di Nole, ma quella finale è stata la peggiore da seguire. Tutto il Centre Court tifava per Roger, con l'eccezione di qualche persona. So che non è bello dire che la cosa mi ha dato fastidio, ma è così”. Poi l’affondo: “Anche perché trovo Federer un po' arrogante. Al momento dei due match point ho tenuto stretta tra le mani la croce che arriva dal fiume Don che indosso sempre e che già più volte mi aveva salvato in momenti difficili. Lo ha fatto di nuovo".

Vittorie, soldi, notorietà, ma anche qualche rimpianto Parlando del rapporto con il figlio: "Mi manca il tempo con lui, oggi Novak appartiene più al mondo che alla sua famiglia. Vorrei averlo più vicino". La madre del numero uno del mondo ha anche raccontato i primi passi della carriera di Nole e i sacrifici fatti con il padre del campione serbo, Srdjan: “Lavoravamo, ma i soldi erano appena sufficienti per pagare l'affitto. Mio marito accompagnava Novak ai tornei e io stavo a casa con gli altri figli senza sapere dove prendere i soldi per comprare il pane, ero disperata. Ci facemmo anche prestare soldi da gente poco raccomandabile ai quali avremmo dovuto pagare gli interessi".