Next Gen Atp Finals: stasera alle 21 c’è Sinner-Ymer

Next Gen Atp Finals: stasera alle 21 c’è Sinner-Ymer

Può diventare già una giornata decisiva la seconda delle Next Gen Atp Finals con i più forti Under 21 del mondo impegnati sul veloce indoor dell'Allianz Cloud. Nel Gruppo A nel match tra i due sconfitti della prima giornata, il norvegese Casper Ruud ha superato in cinque set lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina: nell’altra sfida secondo successo invece per l’australiano Alex De Minaur che ha concesso un set al serbo Miomir Kecmanovic.
In serata spazio al Gruppo B con il match tra il francese Ugo Humbert e lo statunitense Frances Tiafoe, entrambi sconfitti martedì: quindi la sfida più attesa dagli appassionati italiani, quella tra l’azzurro Jannik Sinner e lo svedese Mikael Ymer.

SuperTennis, la tv della Fit, propone in diretta e in esclusiva le Next Gen Atp Finals di Milano. Questa la programmazione:
mercoledì 6 novembre - LIVE
alle ore 19.30
Ugo Humbert (FRA) c. Frances Tiafoe (USA)
a seguire
Jannik SINNER (ITA) c. Mikael Ymer (Swe)

giovedì 7 novembre - LIVE dalle ore 14 e dalle ore 19.30
venerdì 8 novembre - LIVE dalle ore 19.00 (semifinali)
sabato 9 novembre - LIVE alle ore 19.00 (finale 3° posto), a seguire finale 1° posto

 

 


Nella prima sfida del Gruppo A il norvegese Casper Ruud, numero 56 del ranking mondiale, si è imposto per (2)3-4 4-3(2) 4-2 (2)3-4 4-1, dopo oltre due ore ed un quarto di partita, sullo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, numero 82 Atp. Era un confronto inedito quello tra il “figlio d’arte”, arrivato nel ranking ad un soffio dal “best” di papà Christian, finalista quest’anno ad Houston, ed il 20enne di Malaga, capace di raggiungere la semifinale all’Estorill, partendo dalle qualificazioni, in quello che era soltanto il suo secondo torneo disputato nel circuito maggiore. Ed avrebbe potuto concludersi già all’inizio del terzo set - sull’1-0 Ruud con Fokina al servizio 0-30 -  quando su un recupero di diritto lo spagnolo ha messo male il ginocchio destro e si è diretto zoppicando vistosamente verso la sedia chiedendo l’intervento del trainer: alla ripresa Alejandro ha giocato un paio di game con la fasciatura ma poi se l’è tolta ed ha ricominciato a spingere. Ha perso il terzo parziale ma si è aggiudicato il quarto al tie-break trascinando la partita al quinto: qui però ha finito la benzina e la resa è arrivata con due doppi falli nel quinto gioco. Grazie a questo successo il norvegese si è rimesso in corsa: le speranze dello spagnolo sono invece appese ad un filo.

Nell’altro match del girone è arrivato il secondo successo - ma non la certezza matematica del passaggio in semifinale - dell’australiano Alex De Minaur, numero18 Atp, finalista nella passata edizione, che ha sconfitto per 4-1 4-3(4) 1-4 4-0, in un’ora e 24 minuti, il serbo Miomir Kecmanovic, numero 60 Atp. Nonostante i due i precedenti, entrambi a livello junior - quarti a Traralgon 2016 ed ottavi all’Orange Bowl 2015 - ed entrambi vinti dal 20enne di Belgrado, l’aussie non ha mai dato l’impressione di poter perdere questo match. Il serbo, che quest’anno ad Antalya ha raggiunto la sua prima finale Atp (stoppato da Lorenzo Sonego), ha fatto vedere le cose migliori nel secondo set, che ha perso al tie-break dopo essere stato in vantaggio per 3-1, e soprattutto nel terzo parziale: per il resto ha pagato una certa incostanza contro un “Demon” bravissimo come sempre a mischiare le carte. Il 20enne di Sydney è il giocatore con il ranking migliore in gara: in questo 2019 ha vinto i suoi primi tre titoli Atp (Sydney, Atlanta e Zhuhai ai quali va aggiunta la finale a Basilea).

 



Ad aprire la sessione serale - per il Gruppo B - sarà il match, anche questo inedito, tra il francese Ugo Humbert, numero 56 del ranking mondiale, e lo statunitense Frances Tiafoe, numero 46 del ranking mondiale, alla sua seconda partecipazione. In questa stagione il 21enne di Metz si è messo in luce raggiungendo gli ottavi a Wimbledon e le semifinali a Marsiglia e a Newport: per il 21enne di Hyattsville da segnalare invece i quarti agli Australian Open e al Masters 1000 di Miami.

In chiusura di programma palcoscenico tutto per Jannik Sinner, numero 93 Atp, in tabellone con una wild card, che martedì sera ha infiammato l'Allianz Cloud nel match vittorioso contro Tiafoe, opposto allo svedese Mikael Ymer, numero 73 Atp. Anche in questo caso non ci sono precedenti. Il 18enne di Sesto Pusteria ha bruciato le tappe in una stagione iniziata fuori dai primi 500 del ranking mondiale e che lo ha visto raggiungere la prima semifinale Atp ad Anversa dopo essersi aggiudicato due titoli challenger (Bergamo e Lexington). Il 21enne di Skovde è stato il primo tennista svedese ad entrare nei top 100 dopo sette anni di digiuno: per lui quattro titoli challenger conquistati a Noumea, Tampere, Orleans e Mouilleron le Captif.


Gironi, Risultati e Orario

RISULTATI
mercoledì 6 novembre
Casper Ruud (NOR) b. Alejandro Davidovich Fokina (ESP) (2)3-4 4-3(2) 4-2 (2)3-4 4-1 Gruppo A
Alex De Minaur (AUS) b. Miomir Kecmanovic (SRB) 4-1 4-3(4) 1-4 4-0  Gruppo A
Ugo Humbert (FRA) c. Frances Tiafoe (USA) - Gruppo B
Jannik Sinner (ITA) c. Mikael Ymer (Swe) - Gruppo B

martedì 5 novembre
Miomir Kecmanovic (SRB) b. Casper Ruud (NOR) 4-3(5) 4-3(5) 4-2 Gruppo A
Alex De Minaur (AUS) c. Alejandro Davidovich Fokina 42 (5)3-4 4-1 4-1 Gruppo A
Mikael Ymer (SWE) b. Ugo Humbert (FRA) 4-3(2) 1-4 4-2 4-1 Gruppo B
Jannik Sinner (ITA) b. Frances Tiafoe (USA) (4)3-4 4-2 4-2 4-2 Gruppo B

ORDINE DI GIOCO - mercoledì 6 novembre

NEXT GEN ATP FINALS - GIRONI