Tiscali.it
SEGUICI

Parigi: Paolini avanti, Cocciaretto sfida Haddad Maia

di SuperTennis   
Parigi: Paolini avanti, Cocciaretto sfida Haddad Maia

Contava vincere ed il compito è stato portato a termine. E fa nulla se la partita è stata francamente bruttina. Jasmine Paolini ha superato l’esordio al Roland Garros, secondo Slam del 2024 che si sta disputando sulla terra rossa parigina. La 28enne di Castelnuovo di Garfagnana, n.15 del ranking e del seeding, ha sconfitto per 63 64, in poco più di un’ora e mezza di gioco, l’australiana Daria Saville (nata Gavrilova), n.84 WTA, superata per la prima volta in tre sfide. Dodici break e per entrambe molti più gratuiti che vincenti - 31 contro 28 per l’azzurra, 28 contro 18 per l’australiana - fotografano esattamente l'incontro.

Il match. La 30enne di origini moscovite - che a Parigi ha raggiunto il terzo turno nel 2018 e nel 2022 - si era aggiudicata entrambe le sfide precedenti con la numero uno azzurra, disputate al turno di qualificazione dell’ITF da 25mila dollari di Grado nel 2012 ed al primo turno di Amburgo lo scorso anno, sempre sulla terra.

Contro un’avversaria brava a mischiare le carte, nel primo set Jasmine parte subito forte (2-0), concede il contro-break a zero (2-1), annulla a Daria la palla per il riaggancio e si riprende il break (3-1). Servire sembra un problema per entrambe, ed i break consecutivi diventano sei con l’azzurra che comunque resta avanti 4-3. Gavrilova propone tante variazioni e Paolini non riesce a trovare il ritmo. Come diventa un filo più continua non c’è storia: con un parziale di otto punti a due la giocatrice toscana incamera il 6-3 con una prima nell’angolo esterno, tenendo solo per la seconda volta la battuta.


In avvio di seconda frazione Daria cede per la quinta volta su cinque il turno di battuta: all’australiana non basta un game di quasi otto minuti e 14 punti dove annulla quattro palle-break prima di arrendersi. Anche stavolta, però, arriva il contro-break immediato (1-1). Saville non riesce davvero a difendere il servizio (2-1) mentre Paolini ci riesce un po’ meglio e questo le permette di trovare l’allungo (4-1). Nel sesto game, il più combattuto dell’incontro (16 punti) “Jas” annulla due palle-break ed alla quarta chance utile sale 5-1.

Per la prima volta Daria riesce a tenere un turno di battuta (5-2) e poi recupera uno dei due break (5-3). Nel nono game, con l’australiana al servizio avanti 40-30 (e con un ultimo punto perso da Jasmine evidentemente disturbato) arriva la pioggia: campo coperto e giocatrici rispedite negli spogliatoi. Dopo un’ora e mezza abbondante si ricomincia con Saville che difende il turno di battuta e si rifà sotto (5-4), ma Paolini tiene il servizio a zero e chiude 6-4 su un diritto in rete dell’australiana.

Al secondo turno Paolini attende la vincente del derby “made in Usa” tra Hailey Baptiste, n.107 del ranking, ripescata in tabellone come lucky loser, che a Parigi ha raggiunto il secondo turno anche nel 2021, e Kayla Day, n.99 WTA, che nel Major francese vanta il terzo turno dello scorso anno.

L’ipotetico percorso della numero uno azzurra vedrebbe poi un terzo turno contro una tra Kalinskaya (n.23), Burel, Andreescu o Sorribes Tormo: quindi negli ottavi - secondo il seeding -la cinese Zheng (n.7), nei quarti Rybakina (n.4) ed in semifinale Sabalenka (n.2).

“Jas” - protagonista della miglior stagione in carriera “illuminata” dal primo trofeo da 1000 conquistato a Dubai e dal primo ottavo Slam raggiunto all’Australian Open (per limitarci ai risultati in singolare) - affronta il suo ottavo Roland Garros, il sesto nel main draw. Finora la tennista toscana a Parigi non è mai andata oltre il secondo turno.


In chiusura di programma Elisabetta Cocciaretto, n.51 (anche lei reduce dai quarti a Rabat), decisamente sfortunata nel sorteggio, debutta contro la brasiliana Beatriz Hadad Maia, n.14 del ranking e 13 del seeding: tra la 23enne di Fermo e la 27enne mancina di San Paolo, che a Parigi difende la semifinale di dodici mesi fa, non ci sono precedenti.

La marchigiana giocherà per la terza volta in main draw, la quinta complessiva. Il suo miglior risultato al Roland Garros (e negli Slam) rimane il terzo turno raggiunto nel 2023 dopo aver battuto Petra Kvitova, in quel momento n.10 WTA, e la svizzera Simona Waltert: prima di allora aveva vinto una sola partita nei Major in carriera. Il suo cammino si è interrotto contro la statunitense Bernarda Pera.


LIVE SCORE

ORDER OF PLAY

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE

QUALIFICAZIONI FEMMINILI


Sara Errani, n.95 WTA, promossa dalle qualificazioni (era la numero uno del tabellone), farà invece il suo esordio martedì nel tabellone principale contro la slovacca Anna-Karolina Schmiedlova, n.54 del ranking, che nelle dieci precedenti partecipazioni al Major francese vanta gli ottavi nel 2022. La 29enne di Kosice è avanti 2-1 nei confronti diretti con la romagnola e si è imposta proprio negli ultimi due, il più recente disputato nei quarti dell’ITF da 100mila dollari di Les Franqueses del Valles (cemento) del 2022.

La 37enne di Massa Lombarda gioca al Roland Garros per la 14esima volta nel main draw (la 17esima complessiva) ed è stata inserita nella parte bassa: i suoi migliori risultati sono concentrati tra il 2012, l’anno della finale persa contro Maria Sharapova, ed il 2015, quando ha raggiunto per l’ultima volta i quarti (ci era riuscita anche nel 2013, quando poi era arrivata in semifinale, e nel 2014).

di SuperTennis   
I più recenti
Samsonova ferma Andreescu: quinto titolo WTA
Samsonova ferma Andreescu: quinto titolo WTA
Primo giorno da big: così il Veneto Open dà subito spettacolo
Primo giorno da big: così il Veneto Open dà subito spettacolo
Sinner: Ho molto da imparare, anche se sono numero 1
Sinner: Ho molto da imparare, anche se sono numero 1
Tennis, Berrettini: Questa sconfitta farà male per un po'
Tennis, Berrettini: Questa sconfitta farà male per un po'
Le Rubriche

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Pierangelo Sapegno

Giornalista e scrittore, ha iniziato la sua carriera giornalistica nella tv...

Andrea Curreli

Cagliaritano classe '73 e tifoso del Cagliari. Studi classici e laurea in...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Italo Cucci

La Barba al palo, la rubrica video a cura di Italo Cucci, famoso giornalista...