Qualificazioni Melbourne: gli azzurri partono bene

Qualificazioni Melbourne: gli azzurri partono bene

Hanno preso regolarmente il via sui campi in cemento di Melbourne Park le qualificazioni degli Australian Open, primo Slam del 2020, nonostante la decisione nella prima mattinata di interrompere le sessioni di allenamento per la non ottimale qualità dell’aria (dovuta agli incendi che da settimane stanno devastando il Paese) poi migliorata con il passare delle ore. Ed in questa prima giornata hanno già staccato il pass per il secondo turno Roberto Marcora, Paolo Lorenzi, dodicesima testa di serie, e Gianluca Mager, tredicesima testa di serie.
Eliminato, invece, Filippo Baldi.
Sempre oggi in campo anche Thomas Fabbiano, undicesima testa di serie, e Matteo Viola.

Mercoledì toccherà invece agli altri cinque azzurri al via: Lorenzo Musetti, campione junior nel 2019, in gara con una wild card, Federico Gaio, Stefano Napolitano, Alessandro Giannessi, trentaduesima testa di serie, e Lorenzo Giustino.

Sempre nella giornata d’apertura a Melbourne Park hanno debuttano positivamente anche Martina Trevisan ed Elisabetta Cocciaretto.
Più tardi in campo anche Giulia Gatto Monticone e Martina Di Giuseppe.
Mercoledì sarà invece la volta di Sara Errani.


Gli azzurri in tabellone

Per Thomas Fabbiano, 29enne di San Giorgio Ionico, numero 113 Atp, è l’ottava volta a Melbourne. Negli ultimi due anni era sempre stato ammesso di diritto in tabellone, mentre nei cinque tentativi dalle qualificazioni, era riuscito a centrare l’obiettivo soltanto nel 2017. Il pugliese insegue il 14esimo gettone nel main draw di uno Slam, categoria di tornei in cui vanta come miglior risultato due terzi turni a Wimbledon 2018 e 2019 ed uno agli Australian Open 2019.

Nella decennale carriera di Paolo Lorenzi ci sono 7 partecipazioni agli Australian Open e 3 tentativi a vuoto nelle “quali”, l’ultimo proprio un anno fa quando si arrese al britannico Daniel Evans ad un passo dal tabellone principale. Il 38enne senese, 114 Atp, che in carriera vanta ben 30 presenze negli Slam e come miglior risultato gli ottavi agli Us Open 2017, nel torneo down under ha raggiunto il secondo turno o nel 2015 e 2017.

E’ una “new-entry” Gianluca Mager, 115 del ranking, che a livello di qualificazioni negli Slam vanta solo l’esperienza dell’ultimo anno in cui ha superato un turno al Roland Garros e a Wimbledon ed è stato eliminato al debutto a Flushing Meadows. Per il 25enne di Sanremo è la prima volta agli Australian Open.


Alessandro Giannessi tenta la scalata a main draw australiano per la settima volta. Fin qui il 29enne ligure, attualmente 145 Atp, non è mai andato oltre il secondo turno (2014 e 2018), mentre nei 21 tentativi totali soltanto in un’occasione è riuscito ad approdare al tabellone principale, agli Us Open 2012, eliminato poi al secondo turno.

Lorenzo Giustino è a Melbourne per la sesta volta. Nelle cinque precedenti occasioni, il 28enne napoletano numero 149 Atp ha superato un turno nel tabellone di “quali” nel 2014 e 2016. Nessuna presenza nel main draw nei 15 Slam in cui si presentato ai nastri di partenza delle qualificazioni. 

Federico Gaio, numero 150 Atp, in Australia sogna di ripetere l’impresa di due anni fa agli Us Open, quando riuscì a centrare per la prima volta il main draw di uno Slam. Il 27enne di Faenza affronta le qualificazioni di un Major per la 14esima volta, la quinta down under.

Roberto Marcora alla prova del nove. Negli otto precedenti tentativi, il 30 enne di Busto Arsizio vanta una sola vittoria nei match di qualificazioni Slam. Torna a Melbourne da numero 171 della classifica dopo le apparizioni del 2015 e 2016. 

All’Australian Open 2012 è legato il miglior risultato Slam di Matteo Viola. Il 32enne veneto, attualmente 231 del ranking, superò i tre turni delle qualificazioni e si arrese all’argentino Santiago Giraldo all’esordio nel tabellone principale. E’ la sesta volta che scende in campo a Melbourne, da cui manca dal 2015, mentre sono 23 le esperienze nelle qualificazioni di un Major. 


Stefano Napolitano atto quarto. Nei tre precedenti tentativi, il 24enne piemontese, numero 222 Atp, non è mai andato oltre il secondo turno di “quali”. Nel 2017 a Parigi è riuscito invece ad entrare in main draw e a superare anche un turno. Sono in totale 14 le presenze del piemontese a livello di Slam. 

Per il suo 24esimo compleanno, Filippo Baldi ha ricevuto un bel regalo: da “alternate” il tennista milanese si ritrova nel tabellone delle qualificazioni. L'esperienza Slam del numero 235 Atp è circoscritta al 2019 senza però essere riuscito ad approdare in main draw. L'anno scorso a Melbourne si è arreso al secondo turno.

Lorenzo Musetti rimette piede a Melbourne Park da campione in carica…junior. Grazie all’exploit di un anno fa, il 17enne di Carrara, 361 Atp e miglior classe 2002 al mondo, ha ottenuto una wild card per la sua prima esperienza nelle qualificazioni di uno Slam.


Le azzurre a caccia del main draw

Il sogno di Giulia Gatto-Monticone è completare il suo personalissimo Slam. L’anno scorso la 32enne torinese, numero 150 Wta, ha superato le qualificazioni al Roland Garros e a Wimbledon, dove al primo turno ha poi perso con Serena Williams. Per lei è la seconda volta nelle qualificazioni a Melbourne, dove nel 2019 è uscita di scena al primo turno per mano della statunitense Allie Kiick.

Secondo tentativo in Australia anche per Martina Trevisan, che dodici mesi fa è arrivata ad un soffio dal main draw. La 26enne toscana, 154 Wta, ha perso al turno decisivo dopo essere stata a due punti dal match sul 63 5-3 contro la cinese Lin Zhu.

Elisabetta Cocciaretto, che il 25 gennaio compirà 19 anni, brinda al debutto assoluto nelle qualificazioni di uno Slam, proprio a Melbourne dove è stata semifinalista nel torneo junior del 2018. Il giusto premio dopo la straordinaria cavalcata dello scorso anno che l'ha portata ad essere numero 172 Wta.

Sara Errani insegue invece la decima presenza nel main draw degli Australian Open. L’ex numero uno azzurra, ora 189 Wta, ha come miglior risultato nello Slam down under i quarti del 2012, quando venne stoppata dalla ceca Petra Kvitova.

E’ in cerca di rivalsa Martina Di Giuseppe. La 28enne romana, 196 del ranking, nel primo turno delle qualificazioni dello scorso anno contro l’ucraina Anhelina Kalinina, vide svanire un match point sul 5-4 nel terzo set prima di cedere al tie break.


Risultati

“Australian Open”
Grand Slam
Melbourne, Australia
20 gennaio - 2 febbraio, 2020
$71.00.000 - cemento

QUALIFICAZIONI MASCHILI
Primo turno
Lorenzo Musetti (ITA) c. (20) Hyeon Chung (KOR)
Federico Gaio (ITA) c. Kimmer Coppejans (BEL)
Stefano Napolitano (ITA) c. (24) Facundo Bagnis (ARG)
(32) Alessandro Giannessi (ITA) c. Duckhee Lee (KOR)
Lorenzo Giustino (ITA) c. Yan Bai (CHN)
Roberto Marcora (ITA) b. Lukas Lacko (SVK) 63 62
(11) Thomas Fabbiano (ITA) c. (wc) Aleksandar Vukic (AUS) - martedì
Daniel Elhai Galan (COL) b. Filippo Baldi (ITA) 61 62
(12) Paolo Lorenzi (ITA) b. Adrian Menendez-Maceiras (ESP) 63 63
(13) Gianluca Mager (ITA) b. Matthew Ebden AUS) 75 64
Matteo Viola (ITA) c. Nicola Kuhn (ESP) - martedì

Secondo turno
Roberto Marcora (ITA) c. (10) Norbert Gombos (SVK)
(12) Paolo Lorenzi (ITA) c. Lukas Rosol (CZE)
(13) Gianluca Mager (ITA) c. Max Purcell (AUS)

QUALIFICAZIONI FEMMINILI
Primo turno
Sara Errani (ITA) c. (5) Anna Kalinskaya (RUS)
Martina Trevisan (ITA) b. Jaqueline Cristian (ROU) 62 62
Elisabetta Cocciaretto (ITA) b. Bibiane Schoofs (NED) 67(4) 75 63
Giulia Gatto Monticone (ITA) c. Fangzhou Liu (CHN) - martedì
Martina Di Giuseppe (ITA) c. (26) Whitney Osuigwe (USA) – martedì

Secondo turno
Martina Trevisan (ITA) c. (9) Ysaline Bonaventure (BEL)
Elisabetta Cocciaretto (ITA) c. vinc. (14) Francesca Di Lorenzo (USA)-Julia Grabher (AUT)