Sharapova: “Tennis, perdonami, ti dico addio”

Sharapova: “Tennis, perdonami, ti dico addio”

Maria Sharapova dice addio. Saluta malinconicamente il tennis non dal campo, dopo una sfida incandescente o un trofeo conquistato, ma con una patinato servizio esclusivo su Vanity Fair (e Vogue) costruito sulla base di una lettera aperta firmata di suo pugno.

La campionessa russa, 32 anni, ex n.1 del mondo e vincitrice di 5 titoli del Grande Slam, ora precipitata al n. 373, aveva giocato l’ultima partita agli Open d’Australia, battuta al primo turno dalla croata Vekic, n.19 del seeding, con un netto 6-3 6-4. Questo nonostante il duro lavoro che si era impegnata fare nella off-season, proprio in Italia, al Piatti Tennis Center di Bordighera.

Queste le prime parole della sua lettera:

"Come fai a lasciarti alle spalle l’unica vita che tu abbia mai conosciuto? Come ti allontani dai campi su cui ti sei allenata da quando eri una bambina, il gioco che ami, che ti ha portato dolori e felicità incredibili, uno sport in cui hai trovato una famiglia, insieme ai tifosi che ti seguono da sempre per oltre 28 anni? Lo so questo, quindi per favore perdonami. Tennis, ti sto dicendo addio”.