Shelbayh, l'orgoglio di Giordania che imita Rafa

Shelbayh, l'orgoglio di Giordania che imita Rafa

A volte può capitare persino di diventare il miglior giocatore di ogni epoca di un certo Paese all'età di 17 anni. Capita quando il Paese in questione non ha una grande tradizione tennistica, e soprattutto quando non possiede le risorse necessarie per sviluppare un progetto di largo respiro. In Giordania, oggi, Abedallah Shelbayh è uno dei pochissimi che hanno la vera chance di diventare professionisti nello sport, non soltanto nel tennis.

Ma il teen-ager di Amman è anche una speranza per tutto il mondo arabo, e in particolare per quel Medio Oriente che il tennis dei pro lo ha sempre visto da lontano, dalla tivù o dalle tribune; mai attraverso gli occhi di un campione di casa. Se Paesi come Tunisia o Marocco hanno una storia solida alle spalle e tanti giocatori che negli anni scorsi hanno frequentato i grandi tornei, il resto del mondo arabo aspetta ancora qualcuno in grado di emozionare e di fare da traino.