Tsitsipas, altro flop: Bedene ai quarti

Tsitsipas, altro flop: Bedene ai quarti

Il torneo di Rotterdam, primo AP 500 della stagione, sta diventando il torneo delle sorprese. In linea con lo spirito della città di quell'Erasmo autore dell'Elogio della Follia.

Stefanos Tsitsipas, per certi versi più affine al "penso dunque sono" e al dubbio sistematico che al filosofo olandese, ha visto le speranze di centrare i quarti di finale. Il greco ha mancato cinque palle break nei primi otto game, ma sul 5-5 ha perso il servizio a zero e non è più riuscito a riprendere il filo interrotto della partita. Il 30enne sloveno Aljaz Bedene ha così chiuso 7-5 6-4 e festeggiato il secondo successo contro un top 10 in carriera. Bedene, che ha vinto gli ultimi undici del primo set e trasformato il match point con il ventesimo vincente della sua partita.

"All'inizio non ho giocato bene, dovevo abituarmi alle condizioni del campo centrale che sono diverse rispetto all'1 su cui ho giocato al primo turno. Fino al 5-5, Tsitsipas ha fatto meglio di me, poi ho guadagnato fiducia, mi sono concentrato sul mio gioco, perché è pericoloso metterti a pensare che stai per battere un top 10". Tsitsipas incassa la quarta sconfitta in sette partite nel circuito maggiore nel 2020, Bedene affronterà per la prima volta Felix Auger-Aliassime.

Continua invece il 2020 quasi perfetto di Andrey Rublev che ottiene la tredicesima vittoria su 14 partite in stagione. Il russo supera Alexander Bublik 7-5 6-3, lanciato soprattutto da una serie di cinque giochi di fila dal 4-5 nel primo set. "E' solo l'inizio della stagione, ci saranno sempre settimane buone e settimane meno buone, so che questo periodo non potrà durare per sempre" ha detto Rublev che ha già vinto due titoli (Doha e Adelaide) e aspetta nei quarti Vasek Pospisil o Filip Krajinovic.

Satà invece Gael Monfils l'avversario di Dan Evans.Il francese, fresco di nono titolo in carriera, ha dominato 6-4 6-1 Gilles Simon con una continuità efficiente che sacrifica giocate a sorpresa e numeri circensi in nome della costanza dei risultati.