Western&Southern Open l'ottimismo della USTA

Western&Southern Open l'ottimismo della USTA

La USTA continua a mostrarsi fiduciosa. In una breve nota, la federazione USA dichiara di voler mantenere i programmi previsti e far disputare il Western & Southern Open e lo US Open in settimane consecutive a Flushing Meadows. "La nostra priorità rimane garantire la salute e la sicurezza di tutti" scrive la USTA. "Lavorando con i consiglieri medici, con il team della sicurezza e con lo Stato di New York, abbiamo sviluppato un piano solido per ridurre i rischi di infezione all'interno dell'ambiente ristretto del torneo e degli hotel dei giocatori".

Lo stato di New York, continua la USTA, "è una delle zone più sicure della nazione per quanto riguarda il contagio di Covid-19". La federazione continuerà a lavorare con ATP e WTA e fornirà in un secondo momento ulteriori aggiornamenti.

Sono state rese note intanto le entry list ATP e WTA del Western & Southern Open, in programma non più a Cincinnati ma a Flushing Meadows dal 20 al 28 agosto, tre giorni prima dell'inizio dello US Open nello stesso impianto.

Al torneo Masters 1000 sono al momento iscritti 16 dei primi 20 giocatori del mondo. C'è Daniil Medvedev, che proprio a Cincinnati 12 mesi fa ha conquistato il primo successo in un torneo di questa categoria eliminando il numero 1 del mondo Novak Djokovic in semifinale e David Goffin in finale. Restano ancora in lista, ma non è una garanzia di presenza effettiva, quattro altri ex vincitori: Djokovic (2018), Rafael Nadal (2013), Grigor Dimitrov (2017) e Marin Cilic (2016). Con loro anche Matteo Berrettini, Dominic Thiem, il campione in carica delle ATP Finals Stefanos Tsitsipas, Alexander Zverev, Felix Auger Aliassime e Denis Shapovalov.

Diverse anche le ex campionesse che figurano nell'entry list del torneo femminile. In tabellone, infatti, compaiono Serena Williams (2014-15), Madison Keys (2019), Kiki Bertens (2018), Garbiñe Muguruza (2017) e Karolina Pliskova (2016).

Gli organizzatori del torneo Premier 5 hanno annunciato le prime wild card. Hanno riconosciuto un invito a Kim Clijsters, che a Cincinnati ha vinto nel 2010 e giocherà il torneo dell'anno del suo rientro dopo Dubai e Monterrey. Oltre alla campionessa belga, tre volte vincitrice dello US Open, wild card anche per Naomi Osaka, che non si è iscritta in tempo, Sloane Stephens, Venus Williams e la diciottenne di casa Caty McNally, che è nata a Cincinnati.