Tiscali.it
SEGUICI

Wimbledon: Fritz di rimonta, batte Zverev e sfiderà Musetti

di SuperTennis   
Wimbledon: Fritz di rimonta, batte Zverev e sfiderà Musetti

Sarà Taylor Fritz l'avversario di Lorenzo Musetti ai quarti di finale di Wimbledon. Lo statunitense ha battuto in cinque set il tedesco Alexander Zverev, n.4 del mondo, col punteggio di 46 67(4) 64 76(3) 63 approdando così al terz'ultimo atto del torneo per la seconda volta in carriera. E' finita come si era concluso il loro primo precedente andato in scena proprio all'AELTC nel 2018, quando al secondo turno fu però Zverev ad imporsi in rimonta in cinque set. Per Fritz, che contro Zverev aveva perso anche nel 2021 al terzo turno, si tratta del primo successo sul verde ottenuto contro il tedesco grazie al quale è riuscito a ridurre lo svantaggio negli scontri diretti complessivi in cui è il tedesco a condurre ora per 5-4. 

FIVE STAR FRITZ ??????????

Taylor Fritz comes from two sets down to beat No.4 seed Alexander Zverev 4-6, 6-7(4), 6-4, 7-6(3), 6-3#Wimbledon pic.twitter.com/gGKWZ61NlY

— Wimbledon (@Wimbledon) July 8, 2024

"E' incredibile aver fatto una cosa simile sul Centrale di Wimbledon di fronte a questo pubblico - ha dichiarato visibilmente emozionato Fritz a fine match - sentivo di star giocando tropo bene per stare sotto di due set ed è brutto ritrovarsi così. Nonostante avessi perso i primi due set ero convinto che con un passo alla volta sarei riuscito a ribaltare questa partita. Il mio team mi sostiene sempre tantissimo, e questo torneo per noi è davvero una gran bella esperienza. Lui con il ginocchio non stava bene nel 5°set, gli auguro il meglio. Contro Musetti sarà dura, sta giocando una grande stagione sull'erba, però questi secondi quarti a Wimbledon mi danno l'ambizione di poter puntare a qualcosa in più". 

"It's a dream" ?

Taylor Fritz reacts to winning a five-set thriller on Centre Court#Wimbledon pic.twitter.com/vaNEc2v7Ni

— Wimbledon (@Wimbledon) July 8, 2024

Tanto sfortunato quanto coraggioso, Zverev. Presentatosi in campo con una vistosa fasciatura al ginocchio sinistro - eredità di una caduta occorsagli nell'ottavo vinto in tre set contro Norrie - il tedesco per due set era riuscito a mascherare il suo disagio puntando su una tattica tanto rischiosa quanto redditizia: affidarsi al suo servizio e cercare la chiusura del punto il prima possibile non dando a Fritz la possibilità di aprire alcuno scambio. Il tutto restando sempre vigile in attesa di un calo, uno spiraglio lasciato aperto nel gioco dell'americano, che gli consentisse di sferrare i suoi attacchi. Il piano di gioco, finché le giunture lo hanno aiutato, è sembrato funzionare fruttando lui ben due set di vantaggio e nessuna palla break da affrontare portandolo così a un solo parziale dalla sua prima qualificazione ai quarti del torneo.

Certo, nel ritrovarsi in questa condizione Fritz ha avuto le sue colpe. Ha atteso a lungo sula riva del campo Centrale in attesa di veder sfilare il suo avversario quando invece avrebbe dovuto agitare le acque, scuotere il fondale così da portarne a galla tutte le difficoltà incontrate lungo gli spostamenti e i cambi di direzione. Un atteggiamento passivo che ha rischiato di costargli caro e che l'americano non era riuscito a modificare accontentandosi del suo servizio nella speranza di un calo fisico che di là dalla rete tardava ad arrivare. Sotto di due set, dopo aver visto annullata la sua prima palla break in avvio di terzo set, nel nono game si è invece vissuto il momento clou della sfida, quello che ne ha determinato il cambio d'inerzia indirizzandola verso il n.12 del mondo: due doppi falli consecutivi commessi da Zverev hanno dato a Fritz la possibilità di strappar lui la battuta e di presentarsi al servizio per dimezzare lo svantaggio.  

Fritz forces a fifth! ??

The American takes the fourth set 7-6(3)#Wimbledon pic.twitter.com/gaxanvEdhR

— Wimbledon (@Wimbledon) July 8, 2024

E' stato l'avvio di un lento declino del tedesco su cui ha invece prosperato l'americano. Resosi conto dell'evidente calo - non tanto nelle percentuali, quanto negli spostamenti e nella reattività - Fritz ha cominciato a far muovere il suo rivale per il campo, puntellando i suoi game con il servizio (alla fine per lui saranno 15 gli ace messi a segno) e minacciando costantemente quelli del n.4 del seeding. Una lenta e fiduciosa attesa, che per Zverev si è tramutata in lenta e dolorosa agonia: impacciato negli appoggi, incerto nel rincorrere colpi che non gravitavano nei suoi paraggi e sempre più sfiduciato nell'ascolto di un fisico che aveva già iniziato a emettere la sua sentenza. E né le seconde di servizio scagliate a 200Km/h, né alcune prodezze nel tocco, hanno potuto modificarne l'esito.

Nel quinto set è stato solo l'orgoglio a tenerlo in partita per i primi game, ma nel quarto ecco il secondo break concesso da Zverev a rompere l'equilibrio e a dare a Fritz il vantaggio su cui continuare a costruire il suo successo. Una vittoria che sarebbe potuta arrivare prima, consentendo lui di risparmiare energie preziose in vista del suo prossimo incontro. Una buona notizia per Lorenzo Musetti. Toccherà a lui ora confermarne la veridicità. Attendismo, timidezza e paura - come visto oggi - non sempre coincidono con la strategia migliore per riuscirci.



I VIDEO DA WIMBLEDON

LIVE SCORE

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO MASCHILE

DOPPIO FEMMINILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI

QUALIFICAZIONI FEMMINILI

di SuperTennis   
I più recenti
Wimbledon, Musetti vince il punto del torneo - VIDEO
Wimbledon, Musetti vince il punto del torneo - VIDEO
Lorenzo Musetti e Novak Djokovic (montaggio da foto Ansa)
Lorenzo Musetti e Novak Djokovic (montaggio da foto Ansa)
Djokovic: Wimbledon resta il torneo dei sogni, voglio il trofeo
Djokovic: Wimbledon resta il torneo dei sogni, voglio il trofeo
Tennis, Musetti ko a Wimbledon. Sarà finale Djokovic-Alcaraz
Tennis, Musetti ko a Wimbledon. Sarà finale Djokovic-Alcaraz
Le Rubriche

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Pierangelo Sapegno

Giornalista e scrittore, ha iniziato la sua carriera giornalistica nella tv...

Andrea Curreli

Cagliaritano classe '73 e tifoso del Cagliari. Studi classici e laurea in...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Italo Cucci

La Barba al palo, la rubrica video a cura di Italo Cucci, famoso giornalista...