WTA New York: Azarenka-Jabeur, il quarto che non t'aspetti (dirette dalle 17)

WTA New York: Azarenka-Jabeur, il quarto che non t'aspetti (dirette dalle 17)

Definiti i quarti di finale del Western & Southern Open (WTA Premier 5 con un montepremi di 2.250.829 dollari).

Naomi Osaka, unica top 10 rimasta, ha messo a segno più ace di tutte nel torneo. Testa di serie numero 4, sfida Anett Kontaveit, numero 12, al primo quarto di finale in questo torneo.

L'unica altra sfida fra teste di serie vede di fronte Johanna Konta, numero 8, e Maria Sakkari, numero 13. La numero 1 britannica è avanti 2-1 nei precedenti, ma non si sono mai incontrate sul duro. L'unica vittoria della greca, che ha eliminato Serena Williams, le è valso il primo titolo WTA a Rabat l'anno scorso.

Vika Azarenka, unica campionessa ancora in tabellone, non aveva vinto nemmeno una partita nel 2020. A New York, ha centrato i quarti senza perde un set. Per raggiungere la prima semifinale da aprile 2019 deve battere Ons Jabeur.

Elise Mertens, che ha ripreso dopo il lockdown con la finale a Praga, incontra Jessica Pegula. La statunitense, al primo quarto in un WTA Premier, è la quarta qualificata a raggiungere i quarti dal 2009, quando il torneo è stato promosso a Premier, dopo Timea Babos (2016), Anna Karolina Schmiedlova (2015) e Akgul Amanmuradova (2010) che è anche l'ultima qualificata in semifinale a Cincinnati. Era il 2007, e il torneo era ancora un Tier III.

Azarenka e Jabeur, l'orgoglio e la storia

Victoria Azarenka è l'unica delle giocatrici rimaste in tabellone ad aver già vinto il Western & Southern Open. L'ex numero 1 del mondo ha vinto il titolo nel 2013, battendo in finale Serena Williams. Nel suo primo quarto di finale in un Premier 5 dagli Internazionali BNL d'Italia 2019, Azarenka sfida per la prima volta Ons Jabeur, con l'obiettivo di centrare la prima semifinale WTA dal torneo di Monterrey dell'anno scorso. Non si spinge così avanti in un torneo Premier 5 o superiore da Miami 2018.

Jabeur, dopo lo storico quarto di finale all'Australian Open a inizio anno, ha eliminato a New York la campionessa in carica Madison Keys. E' ai quarti di finale per la quarta volta su sette tornei disputati nel 2020. Vincendo, raggiungerebbe la sua più prestigiosa semifinale in carriera.

Sakkari: dopo Serena, arriva Johanna

Johanna Konta e Maria Sakkari si incontrano per la quarta volta in carriera, la prima sul duro. La numero 1 di Gran Bretagna, testa di serie numero 8, ha iniziato a lavorare in estate con l'ex coach di Maria Sharapova, Thomas Hogstedt. A New York ha battuto Kirsten Flipkens, perdendo solo sei punti al servizio, e Vera Zvonareva. Ha raggiunto così il primo quarto di finale in un Premier 5 dalla finale di Roma dell'anno scorso.

Anche Maria Sakkari, testa di serie numero 13, ha poggiato sul servizio per raggiungere il 14mo quarto di finale WTA, il quinto negli Stati Uniti. La greca, scelta per la copertina dell'edizione nazionale della rivista Elle prima dell'inizio del torneo, ha confessato più volte la sua passione per l'attore Daniel Craig. E in un simpatico video sul profilo Twitter della WTA ha ricordato e analizzato la sua vittoria contro Konta a Rabat l'anno scorso, con cui ha festeggiato il suo primo titolo WTA. "Mi sentivo davvero potente" ha detto la greca. 

Osaka, l'ultima top 10

Naomi Osaka è l'unica top 10 rimasta nel main draw dopo l'eliminazione di Serena Williams. "Continuo a mettermi in situazioni in cui non dovrei essere, come quando continui a uscire con un ragazzo che sai che non ti piace" ha detto dopo la sconfitta contro Maria Sakkari.

Testa di serie numero 4, Osaka punta alla quarta vittoria in quattro partite, a tutti i livelli, contro Anett Kontaveit. Il primo si è giocato in un ITF nel 2016, a Surbiton, torneo in cui la giapponese ha raggiunto quella che al momento resta la sua unica finale sull'erba. Si sono poi affrontate sul duro, a Tokyo 2016 e Dubai 2018.

L'estone, testa di serie numero 12, ha vinto sette delle otto partite giocate dopo il lockdown, ma ha perso la più importante in finale a Dubai contro Fiona Ferro.

Elise Mertens, finalista sulla terra rossa a Praga, battuta da Simona Halep, a New York ha battuto Rebecca Peterson battendo due game, Kiki Mladenovic in tre set, e negli ottavi Veronika Kudermetova che aveva eliminato Karolina Pliskova. E' tornata così nei quarti del Western & Southern Open, traguardo già raggiunto nel torneo nel 2018.

La belga sfida la sorpresa del torneo, Jessica Pegula, al primo quarto di finale in un WTA Premier. Ha esordito con una vittoria al primo turno su Jennifer Brady, fresca di primo titolo WTA a Lexington. Ha eliminato poi Amanda Anisimova e Aryna Sabalenka, numero 11 del mondo, l'avversaria con la miglior classifica che abbia mai sconfitto in carriera a cui non sono bastati 43 vincenti.

A 26 anni, Pegula sta vivendo il momento migliore della carriera. E' entrata in top 100 solo nel 2019, anche grazie al suo primo titolo WTA a Washington. Figlia di Kim e Terry Pegula, proprietari della franchigia di football NFL chiamata con poca fantasia Buffalo Bills, negli Slam ha vinto una sola partita in carriera, al debutto allo US Open nel 2005. "Voglio far bene nei major, è arrivato il mio momento" ha detto alla vigilia del torneo. In fondo, come la famiglia Pegula sa bene, nello sport non conta come inizi ma come arrivi.

SuperTennis, la tv della Fit, segue in diretta e in esclusiva il WTA Premier 5 di New York (“Southern & Western Open”). Questa la programmazione:

mercoledì 26 agosto - LIVE alle ore 17.00, 19.00, 21.00, 23.00
giovedì 27 agosto - LIVE alle ore 17.00 e alle ore 18.30 (semifinali)
venerdì 28 agosto - LIVE alle ore 20.00 (finale)

LIVESCORE - TUTTI I RISULTATI IN TEMPO REALE

WTA WESTERN & SOUTHERN OPEN: TABELLONE SINGOLARE

ORDINE DI GIOCO