Zverev alla prova del coach: David Ferrer

Zverev alla prova del coach: David Ferrer

Dopo Juan Carlos Ferrero e Ivan Lendl, un altro ex top player potrebbe sedere sulla panchina di Alexander Zverev. Secondo il quotidiano sportivo spagnolo Marca, David Ferrer e il tedesco lavoreranno insieme per le prossime due settimane e testeranno la “chimica” della loro collaborazione. Se la collaborazione funziona, verrà ufficialmente rinnovato sul circuito durante le tappe sulla terra battuta del prossimo settembre: Madrid, Roma e Roland Garros, sostiene il giornale spagnolo.

Il bel Sascha, fidanzato con l’affascinante modella Brenda Patea, 4 anni più grande di lui, è attualmente n. 7 del mondo ma è stato anche n. 3.

Dopo la rottura con Lendl della scorsa estate è stato seguito da suo padre. Il rapporto con Lendl si era via via deteriorato: Zverev criticava il suo allenatore per una pretesa “mancanza di coinvolgimento”.

L'ex numero 1 al mondo aveva chiesto al suo protetto di "concentrarsi maggiormente sul tennis”.

Successivamente era circolato il nome di Boris Becker come successore di lendl sulla panchina dell’astro nascente tedesco ma i due compatrioti non avevano trovato un accordo soddisfacente per entrambi.

Ed ecco spuntare l'ipotesi David Ferrer. Ritiratosi nel 2019 (Zverev è l'ultimo ad averlo battuto sul circuito, al Masters 1000 a Madrid l'anno scorso ) lo spagnolo vivrà con il tedesco la sua prima esperienza di allenatore.

A 23 anni, Zverev ha undici titoli nel palmares (comprese le Atp Finals), ma non ha ancora espresso il suo potenziale nei tornei del Grand Slam. Ha raggiunto le semifinali di un major per la prima volta agli Australian Open del 2020. Vedremo se la tenacia di “Ferru” diventerà anche una qualità di Sascha.