L'Ajax che faceva tremare l'Europa non c'è più, ma nelle casse finiscono 220 milioni

In estate sono partiti i gioielli De Jong e di De Ligt, ora il marocchino Hakim Ziyech passa al Chelsea per  40 milioni di euro

L'Ajax che faceva tremare l'Europa non c'è più, ma nelle casse finiscono 220 milioni
di Andrea Curreli

C'era una volta una favola calcistica chiamata Ajax. La splendida squadra di Erik Ten Hag, che nella Champions League 2018-19 andava a vincere sul campo di Juve e Real Madrid  e sfiorava la finale, è quasi scomparsa. Sessione di mercato dopo sessione di mercato i "ragazzini terribili" hanno cambiato maglia. Una "liquidazione" iniziata al termine della passata stagione, che continua ancora oggi. L'ultimo gioiello dei "Lancieri" in partenza è Hakim Ziyech. L'Ajax ha raggiunto l'accordo con il Chelsea per cessione del talento di origine marocchina per 40 milioni di euro (quasi 44 milioni di euro con eventuali bonus). Hakim Ziyech concluderà la stagione in Olanda per vestire la maglia dei Blues a giugno.

De Ligt alla Juve e De Jong al Barça

Ma Ziyech è solo l'ultimo della lista dei giocatori di Ten Hag a fare la valigia. Nelle casse dell'Ajax sono finiti circa 220 milioni di euro. La Juve ha acquistato il difensore Matthijs de Ligt con una operazione da 85,5 milioni di euro. Il passaggio di Frankie de Jong al Barcellona ha portato 75 milioni di euro (più 11 di bonus). La punta centrale danese Kasper Dolberg è finita al Nizza per 20,5 milioni. Maximilian Wöber, difensore centrale austriaco, milita nella Liga con il Siviglia che l'ha pagato 10,5 milioni.

Le altre cessioni

Il centrocampista Daley Sinkgraven è andato al Bayer Leverkusen e il difensore danese Rasmus Kristensen al Salisburgo. Entrambi sono stati pagati 5 milioni di euro. L'attaccante colombiano Mateo Cassierra è finito in prestito al Belenenses in Portogallo (riscatto fissato a 2,5 milioni). Nell'estate del 2019 ha lasciato i Lancieri anche il prodotto delle giovanili Dani de Wit. Passaggio all'AZ Alkmaar per 2 milioni di euro.

Den Hag rimpiange i suoi gioielli 

Un mercato continuo che costringe  Erik ten Hag a imporre il "metodo Ajax" a un gruppo di giocatori sempre diverso. Il tecnico olandese ha sempre accettato le decisioni della società ma poco tempo fa ha ammesso che le cessioni di De Jong e di De Ligt sono state un duro colpo per la squadra. "Tenerli ancora qualche anno sarebbe stato meglio per l'Ajax e per il calcio olandese. Con loro si poteva andare avanti in Champions League, sono calciatori di grande qualità", ha detto.