Astori: aperta un'indagine per omicidio colposo, il 6 marzo l'autopsia

Il procuratore capo di Udine: "Sembra che non abbia sofferto, come se fosse morto nel sonno". I funerali si svolgeranno giovedì 8 marzo alle 10 a Firenze

Astori: aperta un'indagine per omicidio colposo, il 6 marzo l'autopsia
TiscaliNews

L'autopsia a Udine il 6 marzo, l'allestimento della camera ardente al centro tecnico di Coverciano mercoledì e i funerali giovedì 8 marzo alle 10 nella Basilica di Santa Croce a Firenze. Mentre tifosi della Fiorentina e sportivi rendono ancora omaggio a Davide Astori, il procuratore capo di Udine segue la trafila degli atti dovuti per la morte improvvisa del calciatore.

Aperta un'indagine per omicidio colposo

"E' stata aperta un'indagine per omicidio colposo a carico di ignoti", ha detto il procuratore capo Antonio De Nicolo. La procura di Udine disporrà il 6 marzo gli esami autoptici sul corpo di Davide Astori. L'autopsia dovrà accertare eventuali reati come ad esempio "se qualcuno gli abbia dato qualcosa", ipotesi, che al momento, "è puramente astratta". Il procuratore ha poi precisato che Astori "era già morto da alcune ore quando è intervenuto il medico legale".

"E' una prassi"

"Al momento non emergono segnali di alcun tipo. Per questo abbiamo aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti. E' una prassi per poter disporre l'autopsia - ha spiegato ancora De Nicolo - . Il nostro dovere è accertare se è successo per una tragica fatalità che nessuno al mondo poteva impedire, e allora il fascicolo verrà archiviato, o se c'era qualcuno che avrebbe dovuto percepire qualcosa. In quel caso dovremmo vedere chi e cosa".

I funerali a Firenze giovedì 8 marzo

Al termine degli esami autoptici la Procura firmerà il "nulla osta" per la restituzione della salma ai familiari "già martedì pomeriggio o al più tardi mercoledì mattina". Proprio il 7 marzo sarà allestita la camera ardente per l'ultimo saluto a Astori al centro tecnico di Coverciano. I funerali si svolgeranno giovedì 8 marzo alle 10 a Firenze, nella Basilica di Santa Croce.

"Sembra che non abbia sofferto"

Il corpo di Davide Astori "è stato trovato nel suo letto, come se si fosse addormentato", ha confermato De Nicolo. "La stanza era assolutamente in ordine. Non è stato trovato niente che ci facesse inquadrare il fatto come un'assunzione di sostanze che potrebbero aver provocato la morte. In ogni caso si tratta della morte di un ragazzo giovane di 31 anni e faremo tutti gli accertamenti che si possono fare". Informalmente però si è appreso che il medico non avrebbe rilevato nessun segno particolare. "Sembra che non abbia sofferto, come se fosse morto nel sonno. Questo rende inesplicabile la cosa accaduta a una persona così giovane", ha aggiunto De Nicolo.

Con Sportiello l'ultimo messaggio scambiato

 

Il malore, un probabile arresto cardiocircolatorio per cause naturali, lo avrebbe colto nel sonno. L'ultimo Whatsapp Astori lo aveva scambiato intorno alle 23.30 di sabato sera con il compagno di squadra Marco Sportiello, con cui aveva da poco terminato una partita alla play station. Il portiere lo aveva avvisato che aveva dimenticato le scarpe nella sua stanza. Davide gli aveva risposto che le avrebbe prese la mattina seguente.