Tiscali.it
SEGUICI

La rimonta delle seconde linee, Spalletti rifà l'Italia. Darmian: "Niente calcoli, in campo per battere la Croazia"

In attacco il primo a saltare, vista l'abulica prestazione contro le Furie Rosse a Gelsenkirchen potrebbe essere Scamacca rilevato dall'attaccante del Genoa Retegui

di Vincenzo Piegari   
Loading...
Codice da incorporare:

Qui in Germania o si rifà l'Italia o si esce da Euro 2024. Dopo la grande delusione per la lezione impartita dalla Spagna di Yamal, Rodri e Nico Williams agli azzurri dovrebbero cambiare pelle nella partita decisiva di lunedì prossimo a Lipsia contro la Croazia, terzo e ultimo match del gruppo B in cui la squadra di Luciano Spalletti avrà a disposizione due risultati su tre per arrivare seconda e conquistare gli ottavi di finale della competizione continentale. Il ct azzurro dovrebbe ricorrere ad alcune seconde linee per cambiare volto e atteggiamento alla sua squadra, dalla difesa all'attacco in un match da ultima spiaggia prendersi gli ottavi di finale.

In attacco il primo a saltare, vista l'abulica prestazione contro le Furie Rosse a Gelsenkirchen potrebbe essere Scamacca rilevato dall'attaccante del Genoa Retegui. In rampa di lancio a metà campo il romanista Cristante che potrebbe essere destinato a sostituire Frattesi. Dietro chance per Darmian chiamato a prendere il posto di Di Lorenzo per andare a forma una linea difensiva a quattro quasi tutta interista con l'unico 'intruso' Calafiori insieme a Bastoni e Dimarco. Quest'ultimo, però, oggi si è allenato a parte per una botta subita al polpaccio e non è detto che non torni ad allenarsi in gruppo in tempo per farsi trovare disponibile per il match con la Nazionale croata.

Partita dove sono attesi allo stadio di Lipsia, in grado di ospitare fino a quarantamila tifosi, almeno 11.000 supporter azzurri e altrettanti croati. Intanto c'è grande entusiasmo a Iserlohn, all'esterno di Casa Azzurri, dove i diversi tifosi presenti hanno esposto uno striscione lungo 12 metri, con un messaggio di incoraggiamento in vista del match decisivo di lunedì contro la Croazia: "Succede solo a chi ci crede: noi ci crediamo".

Tra i possibili cambi da parte di Spalletti potrebbe esserci l'interista Matteo Darmian che dovrebbe sostituire il napoletano Giovanni Di Lorenzo in grande difficoltà con la Spagna, lasciato completamente solo contrastare la 'freccia' Nico Williams. "Sicuramente in questi giorni analizzeremo quanto fatto con la Spagna per cercare di non commettere gli errori fatti. Per quanto riguarda la preparazione stiamo bene e ci prepareremo per questa partita nel migliore dei modi per portare a casa un risultato importante".

Per il laterale azzurro l'Italia ha tutte le carte in regolare per superare l'ostacolo Croazia: "Cercheremo di fare la nostra partita e di mettere in campo le nostre qualità al di là dell'avversario, molto forte e con grande esperienza oltre a Brozovic. Sono sicuro che potremo metterli in difficoltà. "Con la Spagna - ricorda Darmian - volevamo fare meglio, ma avevamo di fronte una squadra molto forte che ci ha messo in difficoltà. Sono convinto che le sconfitte a volte aiutano a crescere, sono convinto che possiamo vincere. Dobbiamo essere più equilibrati e trasformare la rabbia per la sconfitta con la Spagna in energia positiva".

Gli azzurri non faranno calcoli lunedì sera al Leipzig Stadium: "Non facciamo discorsi qualificazione nel gruppo. è ancora presto. E' sbagliato pensare che abbiamo due risultati per passare, noi scenderemo in campo per portare a casa la vittoria. Dovremmo avere il giusto atteggiamento e la giusta attenzione per metterli in difficoltà, vogliamo andare avanti e faremo di tutto per farlo. Dobbiamo concentrarci su di noi e su quello che ci aspetta contro la Croazia. Se l'Infortunio di Acerbi mi ha tolto spazio? No non credo mi abbia tolto spazio, le scelte spettano al mister. E' chiaro che Francesco fa comodo a ogni squadra con le qualità che ha". Infine Darmian parla così delle possibilità novità di formazione che ha in testa Spalletti "Ci saranno dei cambi da parte del Ct azzurro? Le scelte che farà - conclude il difensore dell'Inter - saranno per il bene della Nazionale, io sono a disposizione qualora dovessi essere chiamato e farò il massimo per far avanzare la squadra".

di Vincenzo Piegari   
I più recenti
Euro 24: la Spagna a caccia del poker, l'Inghilterra ci crede
Euro 24: la Spagna a caccia del poker, l'Inghilterra ci crede
Euro 2024: rivalita' storica, Spagna-Inghilterra agli antipodi
Euro 2024: rivalita' storica, Spagna-Inghilterra agli antipodi
Euro 24: Watkins eroe per caso, 'ma io non sono sorpreso'
Euro 24: Watkins eroe per caso, 'ma io non sono sorpreso'
Euro2024: Rice Se vinciamo la finale mi bevo una birra
Euro2024: Rice Se vinciamo la finale mi bevo una birra
Le Rubriche

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Pierangelo Sapegno

Giornalista e scrittore, ha iniziato la sua carriera giornalistica nella tv...

Andrea Curreli

Cagliaritano classe '73 e tifoso del Cagliari. Studi classici e laurea in...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Italo Cucci

La Barba al palo, la rubrica video a cura di Italo Cucci, famoso giornalista...