Tiscali.it
SEGUICI

Crisi di risultati e tifosi in rivolta, ma la Juve conferma Allegri. A una condizione

Confronto tra il tecnico e il ds Giuntoli e nuova fiducia. Gli obiettivi restano la qualificazione Champions e la conquista della finale di Coppa Italia. L'ad Scanavino: "Fase complicata a volte non siamo stati così brillanti"

di Tiscali Sport   
Massimiliano Allegri saluta (Ansa)
Massimiliano Allegri (Ansa)

La Juve è in crisi e il malcontento dei tifosi è sempre più forte. Sul banco degli imputati c'è ancora una volta l'allenatore Massimiliano Allegri e il suo gioco. Il concetto del "corto muso" introdotto dal tecnico toscano non funziona più e la striscia negativa dei bianconeri continua. Solo 0-0 contro il Genoa nell'ultima giornata e l'ultima e unica vittoria degli ultimi due mesi resta quella per 3-2 contro il Frosinone del 25 febbraio. La Juve è terza in classifica ribadisce Massimiliano Allegri ricordando che "nelle prime 19 partite abbiamo fatto 46 punti".  

Scanavino: "Fase complicata a volte non siamo stati così brillanti"

Dal duello scudetto con l'Inter, la Juve però è scivolata in terza posizione a quota 59 punti e deve guardarsi le spalle, con il Bologna sempre più vicino (a 54 punti) e la Roma di Daniele De Rossi in crescita costante (a 51 punti) La situazione è delicata perché il raggiungimento della Champions League è l'obiettivo fissato. L'amministratore delegato bianconero, Maurizio Scanavino, è intervenuto per chiarire la posizione della società. "Questa stagione è iniziata con entusiasmo e con grande successo di risultati. In questo momento siamo in una fase un po' complicata. Sul campo a volte non siamo stati così brillanti, ma altre volte le prestazioni sono state molto positive e non siamo riusciti a ottenere quanto meritavamo", dice Scanavino. 

"Fiducia in Allegri"

Resta da capire quale sarà il futuro di Massimiliano Allegri. Secondo la Gazzetta dello Sport, ci sarebbe stato un confronto tra il tecnico toscano e il direttore sportivo Cristiano Giuntoli. Fiducia per questa stagione ma al momento nessuna  trattativa per il rinnovo del contratto in scadenza a giugno 2025. Senza il raggiungimento della qualificazione in Champions League non ci sarà rinnovo né conferma sulla panchina bianconera.

Gli obiettivi: qualificazione Champions e finale di Coppa Italia

La fiducia in Allegri e gli obiettivi da raggiungere sono stati ribaditi anche da Scanavino. "Non ci abbattiamo, c'è grande fiducia nella squadra e nell'allenatore - ha detto l'amministratore delegato -, tutti insieme stiamo lavorando per trovare la chiave per ripartire al più presto e centrare gli obiettivi della stagione in corso: la qualificazione in Champions League e il raggiungimento della finale di Coppa Italia".

di Tiscali Sport   

I più recenti

Casini 'arbitri poco autonomi, serve professionismo all'inglese'
Casini 'arbitri poco autonomi, serve professionismo all'inglese'
Stadi: Casini 'siano opere strategiche di interesse nazionale'
Stadi: Casini 'siano opere strategiche di interesse nazionale'
Casini 'sistema arretrato, dare più autonomia a Lega A'
Casini 'sistema arretrato, dare più autonomia a Lega A'
Il Genoa diventa Genova per la bandiera e San Giorgio
Il Genoa diventa Genova per la bandiera e San Giorgio

Le Rubriche

Pierangelo Sapegno

Giornalista e scrittore, ha iniziato la sua carriera giornalistica nella tv...

Andrea Curreli

Cagliaritano classe '73 e tifoso del Cagliari. Studi classici e laurea in...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Italo Cucci

La Barba al palo, la rubrica video a cura di Italo Cucci, famoso giornalista...