"Non ha più l'età, giocherà soprattutto Aerola": Buffon nel mirino della stampa francese

L'ex portiere della Juve: "Mi sento ancora molto competitivo". Ma "L'Equipe" attacca: "E' uno dei migliori al mondo, ma la rotazione favorirà Aerola"

di Redazione Tiscali Sport

"Le portier italien de 40 ans n'a plus l'âge". In sintesi: Gigi Buffon non ha più l'età per combattere su tutti i fronti che vedono impegnato il Paris-Saint-Germain ovvero Champions League, Ligue 1 e Coppa di Francia. L'attacco diretto all'ex capitano della Juve, arrivato a Parigi in pompa magna, arriva da Grégoire Fleurot, una delle firme del prestigioso quotidiano sportivo L'Equipe. "E' uno dei migliori portieri del pianeta, ma la rotazione tra i gardiens del PSG favorirà Alphonse Areola. Sarà lui a giocare di più, soprattutto in campionato", ha spiegato il giornalista francese.

Buffon: "Mi sento ancora molto competitivo"

La risposta indiretta arriva dallo stesso Buffon, che ha scelto Parigi per chiudere in gloria una carriera incredibile e cercare di vincere finalmente la Champions League. "Ho scelto il Psg prima di tutto perché mi sento ancora molto competitivo", ha dichiarato nell'intervista concessa al giornale del Paris-Saint-Germain. Ma questa decisione è anche dettata dalla "mia convinzione di poter dare al Psg, ai miei compagni, alla squadra, qualche cosa di importante in termini di esperienza e di entusiasmo. Tutti insieme possiamo riuscire a creare un grande gruppo", assicura Buffon. "A 40 anni la sua voglia di calcio è ancora intatta", aveva detto il presidente Al Khelaifi.

Nuove gerarchie: Trapp sarà ceduto

Buffon è giunto a inizio estate con un contratto di un anno, più un'opzione sul secondo. Un'operazione sia calcistica che mediatica voluta fortmente dallo staff del presidente qatariota. Ma, come spiega un'altro giornalista de L'Equipe, l'arrivo di Gianluigi Buffon "ha ridistribuito le carte e modificato la gerarchia in un settore che ha ora tre personaggi di primo livello. Resta da vedere qual è il nuovo ordine". Alphonse Areola, fresco campione del mondo con la Francia, aveva chiesto garanzie sul suo utilizzo. Il tedesco Kevin Trapp è considerato sacrificabile dal nuovo allenatore Thomas Tuchel ed è a un passo dall'addio del club parigino.