Sempre più confusione in Serie B: riammessa la Virtus Entella

Quindici 15 di penalizzazione al Cesena per la passata stagione e retrocessione in C, ma la società romagnola è fallita. Torna in B la squadra ligure

Sempre più confusione in Serie B: riammessa la Virtus Entella
Antonio Gozzi, presidente della Virtus Entella
TiscaliNews

Non c'è pace nel campionato di Serie B. Dopo la sospensione del torneo imposto dal Tar e in attesa delle decisioni sul numero delle squadre (19, 20 o 22) da parte del Collegio di Garanzia del Coni presieduto da Frattini, un nuovo colpo di scena ha aggiunto confusione in un contesto sempre più intricato.

Riammessa la Virtus Entella in Serie B

Il Collegio di garanzia del CONI ha riammesso la Virtus Entella in Serie B. La squadra ligure però ha già giocato una partita nel campionato di Serie C (3-1 al Gozzano). La riammissione è stata determinata dopo che il Collegio di garanzia aveva decretato che la penalizzazione del Cesena di quindici punti per il caso delle plusvalenze fittizie non andasse inflitta in questa stagione bensì alla classifica dell’ultimo campionato di Serie B. In serie C sarebbe dovuta finire il Cesena, ma in estate è fallita.

Il presidente Gozzi: "Per la prima volta una sentenza a nostro favore"

Grande soddisfazione in casa della Virtus. "Prendo atto del giudizio del Collegio di Garanzia che afferma che le nostre tesi sono giuste e che il principio del nostro ricorso aveva basi solide - ha detto il presidente Antonio Gozzi a Il Secolo XIX -. Se mi sento in B? Abbiamo in mano una sentenza per la quale esprimo grande soddisfazione e il mio rigraziamento va gli avvocati che hanno fatto un lavoro di grande valenza. Per la prima volta ci svegliamo al mattino con una sentenza a nostro favore". 

Accolte le istanze di revoca presentate da Figc e Lega B

Il Tar ha ha accolto le istanze di revoca presentate da Figc e Lega B annullando di fatto quando deciso lo scorso sabato quando aveva accolto i ricorsi presentati da Ternana e Pro Vercelli in merito ad un possibile ripescaggio in cadetteria. Per ora, quindi, il campionato prosegue a 19 squadre come aveva deciso il  l’11 settembre scorso. Il prossimo appuntamento è per il 26 settembre quando il tribunale amministrativo si riunirà collegialmente per compiere, si spera, la scelta definitiva.