La SLA miete un'altra vittima: addio al difensore "Giovannone" Bertini

Il calciatore aveva vestito le maglie di Roma, Ascoli e Fiorentina prima di diventare opinionista sportivo. Nel giugno 2016 gli era stata diagnosticata la malattia

La SLA miete un'altra vittima: addio al difensore 'Giovannone' Bertini
di Redazione Tiscali Sport

E' un male misterioso che uccide i calciatori. Si chiama SLA, acronimo di Sclerosi laterale amiotrofica, ma è conosciuta anche come Morbo di Gehrig e miete vittime soprattutto tra gli sportivi, soprattutto tra giocatori di calcio. Dal 1960 ad oggi sono quasi 50 gli ex calciatori uccisi dalla SLA. Tra gli sfortunati campioni figurano Stefano Borgonovo (ex Milan e Fiorentina) e Gianluca Signorini, bandiera del Genoa.

Era malato dal 2016 

L'ultima vittima di questa malattia, rara ma sempre letale, è Giovanni "Giovannone" Bertini. Romano dal fisico imponente e il carattere esuberante, Bertini era nato nella Capitale il 6 gennaio del 1951 e aveva 68 anni. Nel giugno 2016 gli era stata diagnosticata la malattia.

"Giovannone" e Carletto Mazzone

"Giovannone", come lo chiamavano i tifosi giallorossi, aveva iniziato la carriera da professionista nella Roma. Carletto Mazzone nel 1974 lo aveva chiamato ad Ascoli, nel primo anno in serie A della storia della squadra marchigiana del presidente Costantino Rozzi. Poi lo aveva voluto alla Fiorentina. Aveva giocato sino al 1982 vestendo le maglie di Catania e Benevento. Era diventato poi un apprezzato opinionista sportivo, tra le altre emittenti, di Tv2000.

Il messaggio della Roma

La sua squadra del cuore, la Roma, ha postato un ultimo messaggio d'affetto per l'ex calciatore. "L' AS Roma piange la scomparsa di Giovanni Bertini, difensore che vestì la maglia giallorossa tra il 1969 e il 1974. Ai familiari va il cordoglio da parte del Club", recita il post su Twitter.