Stadi chiusi a donne in Iran,tifosa si da' fuoco e muore

Codice da incorporare:
di Ansa

La 30enne tifosa e' deceduta per le gravi ustioni riportate sul 90% del corpo dopo essersi data fuoco la scorsa settimana davanti a un tribunale di Teheran. Un gesto compiuto dopo essersi sentita dire che rischiava sei mesi di prigione per aver realizzato il suo sogno: entrare allo stadio Azadi della capitale iraniana per una partita dell'Esteghlal, allenato ora dall'italiano Andrea Stramaccioni, coinvolto in una recente polemica con il club per un visto scaduto che l'ha bloccato nel Paese.