Milan beffato, Pioli parte male. Il Cagliari sogna: gol con dedica di Nainggolan. Pari Roma, l'Inter vince ma soffre

Il Lecce ferma i rossoneri. I sardi di Maran sentono il profumo d'Europa. Giallorossi bloccati dalla Samp di Ranieri. I nerazzurri superano il Sassuolo

di Tiscali News

L’esordio di Pioli sulla panchina del Milan dopo l’esonero di Gianpaolo, non è dei migliori. Il Milan viene beffato dal Lecce in pieno recupero. A San Siro finisce 2-2. Qualche cambiamento in positivo con il nuovo tecnico si è visto ma il risultato finale è una delusione per i rossoneri. In vantaggio con Calhanoglu (il migliore in campo), il Milan viene raggiunto da Babacar. Ci pensa poi Piatek e illudere nuovamente i rossoneri che vengono gelati, però, in pieno recupero da Calderoni.

Ora il Cagliari sogna l'Europa

Il Cagliari ora sogna. I sardi guidati da Maran battono la Spal e conquistano il quinto posto in classifica scavalcando la Roma. Per i rossoblù il profumo di Europa si fa più intenso. Alla Sardegna Arena finisce 2-0. Una giornata di festa per i tifosi ma di sicuro indimenticabile per Nainggolan e Faragò, autori dei due gol.

Standing ovation per il centrocampista belga dopo la rete del vantaggio, di sicuro una delle più belle della sua carriera. Il Ninja addomestica la palla fuori area e calcia di controbalzo mandandola all’incrocio dei pali con il portiere della Spal impotente davanti a un missile di rara potenza e precisione chirurgica. "Il gol è per Claudia. E' un momento particolare per lei" dice il giocatore senza nascondere l'emozione a fine gara. La moglie, Claudia Lai, lo scorso 11 luglio, con un post su Instagram aveva rivelato di avere un tumore. Il centrocampista ex Inter parla del suo ritorno in rossoblu: "A Cagliari mi hanno riaccolto come un figlio adottivo. Siamo contenti della prestazione". Anche Faragò ricorderà a lungo la partita. In campo dopo 183 giorni da un’operazione delicata, realizza il gol che chiude la gara.

Campanello d'allarme per l'Inter

L'Inter batte il Sassuolo 4-3 ma c'è qualcosa che non va. Settanta minuti di dominio per una pratica che sembra bella e chiusa e poi la luce che si spegne all'improvviso per un 'black-out' su cui bisognerà riflettere. Con Antonio Conte con la febbre per un problema intestinale, il match è analizzato dal vice Stellini: "C'è stato un blackout che dovremo analizzare nei dettagli. Sono forse venute e mancare le energie - dice - e il Sassuolo che è una squadra organizzata ha aumentato i ritmi. Dobbiamo essere più bravi a mantenere la lucidità nei finali di partita". Sulla sponda neroverde, per il tecnico De Zerbi "dovevamo cercare di fare di più di quello che abbiamo messo per arrivare ad un possibile 4 a 4 che avremmo anche meritato".

Pari fra la Roma e la Samp di Ranieri

Il Cagliari, quindi, supera la Roma in classifica. I giallorossi (che perdono Cristante prima e Kalinic poi per infortunio) non vanno oltre il pareggio per 0-0 contro la Sampdoria del nuovo allenatore Claudio Ranieri, ex tecnico della squadra capitolina.

Cori razzisti al Ferraris

La gara del Ferraris è stata macchiata da episodi di. Durante il primo tempo dal settore ospiti occupato da circa 2000 tifosi giallorossi si sono uditi "buu" razzisti nei confronti di Ronaldo Vieira, centrocampista di colore della Sampdoria. L'episodio sarebbe stato ripetuto in più occasioni ed è stato annotato dal quarto uomo.

Sorride l'Udinese 

Basta un gol di Stefano Okaka all'Udinese per battere il Torino e raggiungere proprio i granata a quota 10 punti. L'ex romanista va a segno, di testa, sul finire del primo tempo, al 42'. Domenica d'oro anche per il Parma che rifila 5 reti al malcapitato Genoa.