Il sogno azzurro è svanito: niente Europei per Nicolò Zaniolo

Il ginocchio del romanista, operato a settembre, è in ottime condizioni ma manca ancora un po' di forza. Il recupero è stato condizionato dal Covid

Nicolò Zaniolo (foto Ansa)
Nicolò Zaniolo (foto Ansa)
di Tiscali Sport

Alla fine il sogno colorato di azzurro di partecipare agli Europei è andato in frantumi. Nicolò Zaniolo è stato costretto a frenare nel recupero del ginocchio e diventa impossibile prendere parte al torneo che partirà l'11 giugno. Il giovane fantasista della Roma inizierà il lavoro con la Primavera giallorossa, ma slitta di 3-4 settimane il suo ritorno in campo.

"Manca ancora un po' di forza nel ginocchio"

Il 13 settembre 2020 Nicolò Zaniolo era stato operato al crociato del ginocchio sinistro dal professor Fink presso la clinica Hochrum di Innsbruck. L'intervento era stato "terminato con successo", aveva detto il professore. Il 7 aprile il giocatore romanista ha effettuato una visita in Austria e Fink ha constatato che il ginocchio operato è in ottime condizioni, ma manca ancora un po' di forza rispetto all'altra gamba.

Il recupero è stato condizionato dal Covid-19

Il recupero è stato condizionato dal rallentamento dovuto ai giorni in cui Zaniolo è rimasto fermo a causa del Covid-19. Venticinque giorni di Coronavirus hanno portato a un 10% di forza in meno rispetto all'altro ginocchio.

Forse in campo contro l'Inter

"Da ora conto alla rovescia per tornare a fare ciò che amo... cioè giocare con la maglia della Roma", aveva scritto a settembre Zaniolo ma per vederlo in campo bisognerà attendere. E' stata rimandata la convocazione con la prima squadra che potrebbe al massimo arrivare per una delle ultime due gare del campionato. Zaniolo potrebbe giocare qualche spezzone di gara contro l'Inter (il 12 maggio) e contro lo Spezia (il 23 maggio).