L'Inter passa all'attacco per Tonali, ma la Juve non sta a guardare. Il Napoli avvia contatti con il Barcellona per Rakitic

Rimbalza come la pallina di un flipper anche il nome di Icardi (Lautaro Martinez piace al Barcellona, resta o parte?). Il Cagliari ha messo gli occhi su Paulo Otavio e Bonifazi.

Tonali (Brescia)
Tonali (Brescia)
TiscaliNews

E pur si muove! Il calcio sta marciando anche ai tempi del covid-19, nonostante gli stadi siano ancora malinconicamente chiusi. Si può dire che la giostra dei probabili arrivi e delle probabili partenze non si è mai fermata, grazie, soprattutto, alla corsa all’affare delle squadre di vertice. "Gli stadi non si potranno aprire e se si fa una partita a porte chiuse è indifferente il luogo. Senza tifosi non ci sono rischi, poi dove la giochi la giochi", ha detto il viceministro per lo sport, Pierpaolo Sileri a Radio Kiss Kiss Napoli. Ma il football, per il viceministro, crea altri problemi: "Far ripartire il calcio a porte chiuse è verosimile ma io, da medico, vedo qualche problema: i giocatori verrebbero a contatto tra loro in campo".

Sono proprio questi distinguo che stanno riducendo il valore di mercato dei pedatori: per effetto del Coronavirus, tante società non potranno permettersi di fare la spesa, ma da questo discorso pare non interessi Tonali. Il Brescia, dopo averlo trattenuto un anno fa, è intenzionato a concedergli la grande opportunità della carriera con una big tricolore: Cellino – che gli affari gli ha sempre saputi fare – per lui chiede 50 milioni. Per il 'Corriere dello Sport', si profila un derby d'Italia per il gioiello classe 2000: al momento l'Inter è in pole sulla Juve grazie al gradimento del ragazzo che avrebbe già fatto sapere di preferire il progetto nerazzurro, in grado di garantirgli maggiore spazio di quanto potrebbe offrirgliene quello bianconero. C’è da dire che la Vecchia Signora ha sempre avuto e ha argomenti interessanti da mostrare.

Icardi

Rimbalza come la pallina di un flipper anche il nome di Icardi (Lautaro Martinez piace al Barcellona, resta o parte?). È come se il tempo si fosse fermato e il nastro fosse stato fatalmente riavvolto, riportando agli scenari dell’estate di un anno fa, quando dell’argentino si parlava tanto. Troppo e non sempre a proposito di calcio. Il futuro del giocatore, che non è più di primissimo pelo, resta incerto: il Paris Saint-Germain vorrebbe riscattarlo dall’Inter, ma l’allenatore tedesco Thomas Tuchel non stravede per lui, come conferma la doppia esclusione dalla sfida degli ottavi di Champions vinta contro il Borussia Dortmund. I bianconeri, che nella lista acquisti hanno anche il nome di Harry Kane del Tottenham, vorrebbero dare una chance all’argentino di Wanda Nara, anche perché il pur bravo Higuain sembra essere arrivato al capolinea (il Napoli sembra interessato al suo acquisto).

Rakitic

Aurelio De Laurentiis vorrebbe smantellare l’ex Sarrilandia, affidando a Gattuso le scelte per il futuro prossimo. Idea: volti nuovi, entusiasmo, freschezza e ambizione. Se è così dal Napoli potrebbe andare via anche Mertens: piace all’Inter e a Lukaku che con lui gioca nella nazionale belga. Dalla Campania potrebbero fare le valigie anche Koulibaly, la cui valutazione è superiore ai 100 milioni di euro, così il direttore sportivo Cristiano Giuntoli potrebbe andare in giro per il mondo con il portafoglio pieno e la borsa della spesa a tracolla. Un giorno o l’altro, dentro la sacca potrebbe metterci Ivan Rakitic, vecchio pupillo dell'Inter di Conte e Marotta. Il centrocampista croato è in uscita dal Barcellona. Come riportato da Radio Kiss Kiss Napoli, ci sarebbe già stato un primo contatto tra le parti per valutare la fattibilità dell'operazione.

Il contratto in scadenza nel 2021 ha reso Milik (che i gol li sa fare) una delle punte più ambite sul calciomercato. In pole - manco a dirlo - Juve, Milan ed Inter, mentre all'estero giungono segnali dal Betis Siviglia. Il Napoli non perde le speranze e spera che ci possano essere le condizioni per limare le differenze ed arrivare al prolungamento dell'accordo. Raggiunta l'intesa di massima sullo stipendio, ad impedire la fumata bianca è la distanza sulla clausola: mentre il patron azzurro punta ad una valutazione di 100 milioni, l'entourage del bomber chiede che non venga superata la cifra di 50-60 milioni. In moto anche la Roma. Dopo essere già stato accostato ai giallorossi nell'ultima sessione di mercato invernale, Xherdan Shaqiri torna a far parlare di sé in chiave capitolina in vista della prossima stagione.

L'esterno svizzero di proprietà del Liverpool è da tempo ai margini del progetto tecnico del club inglese (fin qui in questa stagione ha collezionato appena 10 presenze) e in vista della prossima stagione è pronto a trasferirsi altrove e sposare un progetto che lo possa valorizzare al meglio: il suo valore di mercato non è altissimo e si aggira intorno ai 20 milioni di euro, cifra alla portata della Roma. Per riuscire a sbloccare la trattativa però la Roma deve innanzitutto convincere l'esterno classe 1991 ad abbassare le sue pretese in tema di ingaggio (attualmente Shaqiri vanta uno stipendio da 6 milioni di euro a stagione) e battere poi la concorrenza del Siviglia e del CSKA Mosca che come loro hanno messo gli occhi sul giocatore ex Bayern Monaco ed Inter. 

Fra i club più attivi, l’Inter. Secondo la Gazzetta dello Sport, avrebbe intenzione di rinforzare la difesa con elementi giovani, con ampi margini di miglioramento, ma che allo stesso tempo siano già pronti a dare una mano alla causa dei nerazzurri. Quello di Kumbulla, secondo quanto riporta il giornale milanese, è il profilo preferito per ringiovanire ulteriormente la difesa nerazzurra. Il Verona valuta il difensore 20 milioni. Sul calciatore c'è l'interesse, tra gli altri, di Napoli e Fiorentina. Tale cifra viene però giudicata eccessiva dai nerazzurri che potrebbero fiondarsi su un'altra tipologia di calciatore. Il nuovo innesto potrebbe arrivare a parametro zero. Conte e Marotta pregano anche per avere Chiesa. Per la Fiorentina, che ha sempre bisogno di grana, l'operazione è fattibile (ma la Juve vigila). 

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, il Cagliari avrebbe messo nel mirino Bonifazi. L'idea della dirigenza rossoblù sarebbe quella di ringiovanire il reparto, che al momento vanta Luca Ceppitelli (classe 1989), Ragnar Klavan (1985) e Fabio Pisacane (1986), oltre al promettente ma acerbo Walukiewicz. L'arrivo di Bonifazi permetterebbe al Cagliari di contare su un giocatore che ha già mostrato ottime doti e buona affidabilità nella massima serie. Il club rossoblu - sempre per la 'Rosa? - avrebbe messo gli occhi su Paulo Otavio, brasiliano in forza al Wolfsburg che ha faticato a trovare spazio in questa stagione.