Conte ha il suo centravanti, bruciata la Juve. E fatta per Lukaku all'Inter: è costato 83 milioni di euro

centravanti molto fisico che predilige l'uso del piede sinistro, forte di testa, è molto freddo sotto porta dove è abile a realizzare i gol "cosìdetti" facili".  

Conte ha il suo centravanti, bruciata la Juve. E fatta per Lukaku all'Inter: è costato 83 milioni di euro
TiscaliNews

Il calciomercato s'infiamma. Finalmente Antonio Conte ha il suo centravanti. L'Inter ha infatti chiuso per l'acquisto di Romelu Lukaku. I nerazzurri pagheranno al Manchester United circa 83 milioni di euro in due anni, bonus compresi. Bruciata così la concorrenza della Juventus che aveva offerto ai Red Devils Paulo DybalaLukaku è un centravanti molto fisico che predilige l'uso del piede sinistro, forte di testa, è molto freddo sotto porta dove è abile a realizzare i gol "cosìdetti" facili".  

Nato in Belgio da una famiglia congolese, nelle divisioni giovanili ha segnato 116 reti in 70 partite con il Lierse e poi 41 gol in 98 incontri con la maglia dell'Anderlecht. Appena compiuti 16 anni, nel maggio 2009, firma il suo primo contratto da professionista con l'Anderlecht fino al 2012 per 2,5 milioni. Il 24 maggio 2009 debutta in massima divisione belga, poi alcune settimane dopo segna la sua prima rete tra i professionisti (contro lo Zulte Waregem), divenendo il più giovane marcatore di sempre della Jupiler League.

ll 6 agosto 2011 passa al Chelsea per poco più di 22 milioni di euro, firmando un contratto di cinque anni. Sceglie la maglia numero 18, appartenuta in precedenza a Jurij Žirkov. Fa il suo esordio nella vittoria casalinga per 3-1 ai danni del Norwich City, sostituendo Fernando Torres verso la fine del secondo tempo. Per il poco spazio in squadra, viene poi aggregato alla squadra delle riserve con cui segna 7 gol in sole 9 partite. Il 13 maggio 2012 disputa la sua prima partita da titolare contro il Blackburn Rovers, venendo eletto Man of the Match e realizzando un assist per il gol di John Terry. Il 19 maggio vince la sua prima UEFA Champions League, ma il calciatore rifiuta di tenere il trofeo in quanto non ritiene di averla vinta, non avendo mai giocato. Con i blues, nella prima stagione, disputa solo 12 partite senza mai andare a rete.

Quindi passa all'Everton dove la sua carriera decolla. Conclude la stagione con 16 gol totali in 33 presenze. L'8 luglio 2017 finisce al Manchester United. Secondo alcune fonti, l'accordo tra i due club prevederebbe il versamento di un corrispettivo fisso del valore di 75 milioni di sterline (pari a circa 85 milioni di euro) più altri bonus legati al rendimento del calciatore e quantificabili in 15 milioni di sterline. In totale il costo del trasferimento potrebbe raggiungere quindi i 90 milioni di sterline, facendone il nuovo record nella storia del calcio. Verrà superato qualche giorno dopo dall'acquisto di Neymar dal Barcellona al Paris Saint Germain per 222 milioni di euro.