Champions, l'Italia del calcio guarda l'Atalanta, la Dea che sogna l'Olimpo. Le formazioni

C'è grande attesa per la partita con il Paris Saint-Germain. Tra gli avversari ci sarà Neymar. Gasperini: "Dopo l'eliminazione di Juventus e Napoli giocheremo per tutta l'Italia". In porta Sportiello, l'unico atalantino ammalatosi di Covid-19

Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta
Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta
TiscaliNews

Bergamo come l'Italia, l'Atalanta come la Nazionale italiana. Nel paragone utilizzato da Gian Piero Gasperini e Marten de Roon c'è la grande attesa per la partita con il Paris Saint-Germain. I quarti di finale di Champions sono un appuntamento con la storia. Ed anche una occasione di riscatto per una delle terre più martoriate dal Covid. "Dopo l'eliminazione di Juve e Napoli giocheremo per tutta l'Italia", promette il tecnico, dispiaciuto per l'assenza delle italiane.

"Ci portiamo dentro tante emozioni e situazioni vissute: contano tecnica, tattica e qualità, ma anche le motivazioni - sottolinea l'allenatore dei bergamaschi - l'amore della provincia di Bergamo, il saper regalare un sorriso e un segnale di capacità di reagire, che è di tutti i bergamaschi". "A Bergamo abbiamo vissuto qualcosa per cui non ci sono parole. Pensare a cosa è successo ci dà una spinta in più", conferma de Roon. "Dal 14 settembre 2017, in Europa League contro l'Everton, a oggi, sempre passi avanti - aggiunge -. Abbiamo rispetto per il Paris Saint-Germain, ma paura no: possiamo battere chiunque". Parole che esprimono fiducia e ottimismo.

"Il Psg domina da anni in Francia, è una grande squadra con grandi giocatori, ma per essere qui anche l'Atalanta ha superato squadre difficili - sottolinea -. Siamo fiduciosi di poter far bene". Vuole ritardare il più possibile le vacanze, Gasperini, che non bada alle assenze tra i suoi giocatori. "Noi non abbiamo Gollini e Ilicic, di là Di Maria è squalificato. Mbappé e Verratti? Lo vedremo: il primo è straordinario, sposta gli equilibri - è la sua analisi -. Il PSG domina in Francia da anni, ha vinto le due coppe nazionali, ha giocato amichevoli mentre noi abbiamo chiuso il campionato con 13 partite in un mese e mezzo. Storicamente abbiamo sempre fatto bene nel doppio confronto, dopo aver conosciuto l'avversario sul campo: la gara secca è un'incognita".

Gomez sarà 'tuttocampista' con Pasalic sulla trequarti dietro Zapata; in mezzo anche Freuler, con Hateboer o Castagne e Gosens in corsia, davanti al terzetto difensivo Toloi-Caldara-Palomino; in porta Sportiello, l'unico atalantino ammalatosi di Covid-19. "Siamo la dimostrazione che anche senza blasone si può andare avanti coi valori, la passione e l'entusiasmo, risorse illimitate - sorride il Gasp -. Dobbiamo essere fiduciosi e orgogliosi del nostro percorso: se tra Shakhtar e Dinamo Zagabria non ci fosse stato un pari rocambolesco non saremmo andati avanti, ma poi abbiamo battuto entrambe vincendo anche andata e ritorno col Valencia".

Tra gli avversari ci sarà Neymar, "tra i giocatori più forti al mondo: il modo migliore di affrontarlo difendendo su di lui è costringerlo sulla difensiva a sua volta. Con la concentrazione di tutti possiamo limitarlo", conclude il mister. "Alla fine la differenza la fa il campo - chiosa de Roon -. Cifre e guadagni non sono importanti: è importante solo se possiamo mettere in difficoltà l'avversario, non se Neymar guadagna più di tutti noi messi insieme".

Le probabili formazioni di Atalanta - Paris Saint-Germain match delle final eight di Champions a Lisbona

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi, A.Gomez; D.Zapata.(31 Rossi; 3 Caldara; 7 Czyborra; 16 Guth; 21 Castagne; 33 Hateboer; 88 Pasalic; 9 Muriel; 90 Colley) All.: Gian Piero Gasperini.

PSG (4-4-2): K.Navas; Kehrer, Marquinhos, Thiago Silva, Bakker; Ander Herrera, L.Paredes, Gueye, Pablo Sarabia; Neymar, Icardi.(16 Rico; 3 Kipembe; 14 Bernat; 22 Diallo; 34 Ruiz-Atil; 23 Draxler; 29 Minga All.: Thomas Tuchel. Arbitro: Taylor (Ing) Quote Snai: 3,50; 3,90; 2,00