Aria di rivoluzione in Champions: i "big match" si giocheranno di domenica

Incontro segreto a Nyon tra Eca e Uefa per disegnare il nuovo torneo a partire dal 2021. C'è l'opposizione di Serie A, Liga, Premier e Bundesliga, ma i grandi club vogliono più gli introiti

Aria di rivoluzione in Champions: i 'big match' si giocheranno di domenica
di Redazione Tiscali Sport

Non si può più pronunciare la parola "Superlega" , ma i cosiddetti "grandi club" non hanno rinunciato all'idea di guadagnare di più. Quindi avanti con la Champions League ma con più soldi e maggiori ricavi per le squadre partecipanti. E in questo quadro avanzano nuovi progetti di riforma del maggior torneo europeo che potrebbero penalizzare i campionati nazionali. Come? Innanzitutto giocando i "big match" di domenica. Per ora la rivoluzione del calendario del calcio europeo era solo una indiscrezione che ora troverebbe conferma nel dialogo tra il presidente dell'Uefa, Aleksander Ceferin, e quello del confederazione dei club europei (Eca), Andrea Agnelli. Secondo il Wall Street Journal, sarebbe in programma un vertice segreto a Nyon per discutere i dettagli della nuova Champions League.

Partite nel fine settimana a partire dai quarti

"Il lavoro di trattativa tra Eca e Uefa va avanti perché il momento di disegnare il nuovo format dal 2021 è questo, così da preparare il prossimo triennio e aumentare i ricavi di una manifestazione che oggi vale circa 3 miliardi di fatturato", scrive Capuano su Panorama. Secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo As, "le partite della Champions saranno disputate nel fine settimana a partire dai quarti di finale".

L'opposizione dei maggiori campionati nazionali

Ma la proposta dell'Eca è fortemente osteggiata dalle organizzazioni dei maggiori campionati nazionali. Serie A, Liga, Premier e Bundesliga avevano già fatto sapere alla Uefa che si sarebbero rifiutati di rinunciare ai week end per spostare le gare nei giorni feriali.