Chiellini: "Rissa negli spogliatoi durante la finale di Cardiff ? Ecco la verità"

Il difensore bianconero smentisce lo scontro tra Bonucci e Dybala nella sfida contro il Real Madrid: "Leggende metropolitane, non bisogna credere a tutto"

Barzagli, Buffon, Chiellini e Marchisio a Cardiff (Ansa)
Barzagli, Buffon, Chiellini e Marchisio a Cardiff (Ansa)
di Redazione Tiscali Sport

Il Real Madrid alza al cielo di Cardiff la coppa della Champions League per la dodicesima volta e la Juve rimedia la settima sconfitta in finale. Nella finalissima del 2017 la squadra di Allegri parte bene e chiude il primo tempo sull'1-1, ma poi crolla e sostanzialmente scompare nel secondo tempo. Alla fine viene sconfitta per 4-1 da Cristiano Ronaldo, allora leader indiscusso delle merengues, e compagni. I bianconeri ammettono la sconfitta e Buffon dichiara: "Per vincere questa coppa bisogna essere più forti di tutto. Nella ripresa la loro classe, la loro forza, la loro attitudine a vincere queste sfide si sono viste e hanno vinto meritatamente". Ma dopo qualche giorno dalla partita, iniziano a circolare insistenti voci su un litigio scoppiato nello spogliatoio bianconero tra il primo e il secondo tempo. Una rissa sfiorata tra Bonucci e Dybala, mai confermata da nessuno dei protagonisti.

"Ero convinto che l'avremmo vinta"

I "litigi" nello spogliatoio finiscono anche nella autobiografia Io, Giorgio di Chiellini. "Perché mai avremmo dovuto litigare dopo aver raggiunto il pareggio - scrive il difensore bianconero -. La verità è che eravamo solo stanchi. Siamo rientrati nello stanzone con Mandzukic e Pjanic malandati che quasi non camminavano. Avevamo tutti il fiatone e a parte dirci di non disunirci, non abbiamo litigato, anzi". "Quell'anno ero convinto che l'avremmo vinta. Un mese prima eravamo nettamente i più forti, ma purtroppo le finali per noi arrivano sempre troppo tardi. Non siamo riusciti a gestire la partita", aggiunge Chiellini.

"Dopo il 2-1 abbiamo pensato che fosse finita"

"Dopo aver preso il secondo gol in quel modo da Casemiro - scrive Chiellini - abbiamo pensato che fosse già finita, io per primo. E non si fa, perché non era assolutamente finita, anche se prendemmo due gol in rapida successione. Il terzo gol è stato da sprovveduti, Mandzukic anticipato, Alex Sandro infilato e io con Bonucci fermi come mammalucchi a guardare Ronaldo segnare". Un rimpianto enorme: "Anche sull'1-3 abbiamo avuto qualche occasione e segnando avremmo riaperto tutto, perché il Real Madrid può smarrirsi in un momento".

Il litigio negli spogliatoi? "Leggende metropolitane"

E la presunta lite tra Bonucci e Dybala? "Qualche giorno dopo Buffon mi chiese se si era perso qualcosa, se quello che leggeva sui giornali fosse successo davvero magari mentre lui era assente. Gli era venuto il sospetto, ma l'ho rassicurato anche se il dubbio stava venendo pure a me che non mi ero mai mosso. Leggende metropolitane, non bisogna credere a tutto".