L’Italia batte la Grecia a conquista la qualificazione a Euro 2020

Allo stadio Olimpico di Roma gli azzurri si sono imposti per 2 a 0 grazie alle reti di Jorginho e Bernardeschi

L’Italia batte la Grecia a conquista la qualificazione a Euro 2020
Gli azzurri all'Olimpico con l'inconsueta maglia verde (Ansa)
TiscaliNews

Settimo successo di fila per l’Italia di Mancini che piega la Grecia e conquista matematicamente il pass per il campionato europeo 2020 con tre turni di anticipo. Traguardo conseguito anche grazie alla sconfitta della Finlandia in Bosnia e al pareggio dell’Armenia in Liechtenstein. Questo secondo risultato garantisce agli azzurri anche il primato nel girone di qualificazione.

La formazione degli Azzurri

Mancini si affida al consolidato 4-3-3. Donnarumma tra i pali. Linea difensiva formata da D'Ambrosio, Bonucci, Acerbi e Spinazzola. Chiavi del centrocampo affidate a Jorginho, ai suoi lati da Barella e Verratti. Nel tridente d'attacco, Chiesa ed Insigne a supporto di Ciro Immobile.

Primo tempo

L’Italia fa la partita ma la prima occasione è degli ospiti. Al 12esimo minuto lancio in area sulla destra per Koulouris che, tutto solo, calcia in diagonale sul primo palo, Donnarumma respinge d'istinto. All’Olimpico mancano le emozioni e fino alla mezz’ora gli unici episodi degni di nota sono due cartellini gialli sanzionati ai greci: al 14esimo è ammonito Hatzidiakos, al 27esimo  Koulouris. Al 37esimo problema al flessore per Chiesa dopo uno scatto. L’attaccante azzurro è costretto a lasciare il terreno di gioco. Al suo posto entra Bernardeschi. Non succede più nulla fino al fischio finale del primo tempo. Un'Italia opaca non è riuscita a sbloccare il risultato contro una attenta Grecia. Gli azzurri non si sono mai resi pericolosi per colpa di una manovra troppo lenta e prevedibile. Gli ellenici si soni difesi bene, con linee strette e buon pressing.

Secondo tempo

Al 55esimo arriva la prima occasione della partita per l’Italia. Su cross dalla trequarti di D'Ambrosio, svetta Immobile: Paschalakis vola sulla destra e devia in angolo. Cinque minuti dopo (al 60esimo) occasione per i greci. Verratti perde palla, Zeca lancia a destra Limnios che centra sul secondo palo per l'accorrente Koulouris che di sinistro da buona posizione manda il pallone sull'esterno della rete alla destra di Donnarumma. Al 62esimo calcio di rigore per gli Azzurri. Insigne prova il destro ma la palla è respinta con un braccio da Bouchalakis. Penalty netto. Dal dischetto trasforma Jorginho che spiazza Paschalakis.

Al 71esimo gli uomini di Mancini sfiorano il raddoppio. Insigne prova il destro da 25 metri: palla che termina 2 metri a lato alla destra di Paschalakis. Al 73esimo occasinione Grecia. Sull'angolo dalla sinistra di Stafylidis, Zeca centra per Bouchalakis che fa da torre per Bakasetas che, tutto solo, da ottima posizione calcia male di sinistro al volo: palla svirgolata che s'impenna e viene bloccata facilmente in presa alta da Donnarumma. Ma le sofferenza azzurre terminano poco dopo. Al 78esimo Bernardeschi sigla il raddoppio. L’attaccante della Juventus tenta il sinistro da 25 metri: palla leggermente deviata con una coscia da Giannoulis che inganna Paschalakis. L’Italia sfiora il terzo gol con Insigne all’85esimo. Pressing finale greco in cerca del gol della bandiera che però non arriva. Finisce 2 a 0 per l'Italia.